Le bellezze della mia vita e della mia età..

Mi sveglio verso le 10 del mattino. Riposata. Il tempo non è propriamente primaverile anche oggi. Il sole si sta nascondendo ed il Cielo è chiaro di nuvole bianche quasi da pioggia. Ma non è freddo. Nel letto si stava proprio bene. Mi alzo. Vado in cucina. Apro il terrazzino subito, il mio gattino ci salta sopra immediatamente, curioso e respirando aria buona. Mi preparo il caffè. Lo sorseggio. Una telefonata mattutina con mio padre. Mi fa bene. Parlare con lui. Mi apro ed un po’ dell’ansia con la quale mi sono svegliata svanisce. Le sue parole consolatrici mi rassicurano tantissimo. Avevo proprio bisogno di aprirmi, di parlare e la cosa mi ha fatto proprio bene. Una sferzata di ottimismo che questa mattina non avevo. La giornata ha inizio. Fumo una sigaretta all’aperto, osservando quello che mi circonda, dal Cielo ai palazzi vicino a me. Sono pochi e colorati anche di panni stesi ad asciugare al vento. Tanti colori differenti ed il verde della bella Collina di fronte a me. Io ed il mio gattino sul terrazzino. E’ un bel momento del mattino. Respiro.

Poi mi siedo nel soggiorno. Un’altra sigaretta da fumarmi. Nel silenzio che mi circonda e che vivo come un bellissimo Dono che amo tanto. Poi all’improvviso mi viene il desiderio di mettermi qua di fronte al pc a scrivere un po’ con la consueta speranza di poter scrivere bene. Speranza che un po’ se ne è andata via con il passare del tempo.

Sospiro..

Accendo una sigaretta.. fumo.. ascolto l’ondeggiare del mare qui vicino a me.. un po’ di vento che leggero soffia sui miei bei fiorellini.. e tutto ha il sapore della calma, della serenità. Quando sto qui, seduta di fronte al pc, in questa zona della casa, a scrivere, mi rilasso sempre moltissimo. Non ho tempo né spazio nella mente per pensieri oscuri e brutti. Vivo al presente e presente a me stessa ed anche le ansie e le mie preoccupazioni se ne vanno via lontano da me. E’ un bellissimo momento della mia giornata.

Scrivere si sa è terapeutico, aiuta a non pensare troppo, a non fossilizzarsi sui propri pensieri, a fuggire forse un po’ dalla propria realtà. Ed anche a riavvicinarsi a se stessi, al proprio nucleo centrale. Insomma mi fa bene. E’ un po’ come parlare.

E’ un po’ come parlare con una persona della quale ci si fidi completamente e parlare sinceramente. Aprirsi. Chè altrimenti è molto difficile. Così ne approfitto di questi fogli bianchi del mio blog per tirare fuori le mie parole. Quelle nascoste nel profondo del mio cuore.

Tanti ani fa, ricordo, scrivevo anche delle brevi poesie che mi piacevano. Ero molto più giovane ed inesperta ma tanto piena di entusiasmo. Mi piacevano tanto e mi piaceva anche tanto farle leggere. Mi sembravano bellissime! Chissà, penso ora, come le troverei.. ero una dilettante.. giovane ed entusiasta.. Mah.. non le trovo più. Saranno nascoste in qualche parte della casa chissà dove.

Qui, mi accorgo, parlo delle mie cose sinceramente senza timore di essere poi giudicata. Sciocca, intelligente, profonda, superficiale, non importa sono io. Sono  molto a contatto con me stessa mentre scrivo. E mi piace poi anche tanto farlo.

E’ un po’ come essere ancora nel mondo, che io anche io amai tanto. Ho vissuto per tanti anni allegramente. La mia gioventù è durata tanti anni. E’ stata lunghissima. E mi sono divertita tantissimo. Tante le risate belle! Tanti cari amici ho frequentato e ci volevamo tutti tanto bene. Uscivo sempre, ricordo. Mi curavo molto i miei capelli lunghi e mossi, neri. Vestivo sempre un po’ uguale quasi tutti i giorni. Pantaloni beige di cotone fresco ed una camicia bianca e larga che ho indossato per tanti anni, le volevo tanto bene e ci stavo così comoda. Ero molto più magra di ora. Non dico di essere stata una “presenzialista” ma uscivo sempre e mi divertivo molto. Così ho ricordi della mia gioventù tutti a colori, bellissimi colori!

Il mare ondeggia lento e calmo, ed un raggio di sole è appena spuntato sopra la terrazzina colorandola di giallo ed arancione riscaldandola.

Ieri sera sono stata a cena fuori con Hermano. Abbiamo mangiato molto bene e siamo stati bene. Al rientro il mio gattino mi stava aspettando con un suo miagolio dolcissimo. Per tutto il giorno sono stata calma e serena. Mi sono gustata il riposo del mio corpo e della mia Anima. Ne ho bisogno di riposarmi. Ne sento la necessità. Ed il silenzio mi sta aiutando moltissimo in questo. Fra pochi giorni sarà il mio compleanno. Un altro! E sorrido. E, penso, c’è poco da sorridere, gli anni sono quelli che sono con i limiti che portano con sé, il bisogno di riposarsi di più, gli acciacchetti che aumentano, ma soprattutto il riposo. Sospiro e penso che anche oggi mi dedicherò a poche cose. Cucinerò qualcosa di goloso per me (pasta, burro, tonno e parmigiano) che mi piace tantissimo questa semplice ricetta, e poi con il mio gattino via! Nel nostro lettone comodo comodo.

Un sonnellino pomeridiano tutti e due insieme. Tutto con molta calma. Cercando di vivere e di gustarmi il mio oggi, il mio presente. Sono lucida, la mia convalescenza è terminata. Ragiono. Ho tanti anni in più rispetto all’ultima grande crisi che ho avuto. Ed ora vivo un po’ come se fossi in vacanza, ma una vacanza senza stress. Chè lo stress fa tanto male. Così eccomi qua. La mia vita. Semplice semplice.

Parlo poco con gli altri che vedo pochissimo, sto in silenzio per gran parte della giornata, e mi ricarico così le pile. Sono sempre stata forte. Robusta fisicamente, sì cagionevole, ma poi mi sono sempre ripresa.

E questo è un periodo di ripresa per me.

Il venticello che sto respirando mi sta rinfrescando le membra. Che sono anch’esse riposate. Ho avuto sì una vita addollorata, ma anche con bellissimi momenti di distensione. Di rilassamento. Forse, credo, di essere un po’ cresciuta. Un po’ più in linea con la mia età. Ho molte meno esigenze. Mi piace la vita semplice. Voglio molto più bene ad Hermano che con il tempo si è addolcito tanto. Ho molta meno confusione intorno a me. Meno rumore. Meno voci. Meno confusone. Amo questo bellissimo silenzio che odo ogni mattina ed anche il pomeriggio e la sera. Mi piace abitare qua di fronte al mare ed un po’ più isolata rispetto al centro della Città. Città che sì, un po’ mi manca, o per lo meno mi è mancata tanto, i suoi palazzi, le sue vie, sì un tempo mi è mancata tanto. Ora molto meno.

Ormai è tempo per i giovani. Che però amo ascoltare e devo ammettere che mi divertono tantissimo. Mi diverto con loro moltissimo come tornassi ragazzina anch’io. Ed anche loro ridono con me. Mi diverto molto.

Oggi mi sento propositiva, ma anche provo il “gran lusso” di rilassarmi, di non dover fare niente, senza sensi di colpa o sentirmi sbagliata. Mi rilasso e basta.

Mi godo la mia lucidità mentale, i miei “primi” giorni di guarigione diciamo completa o quasi dalla mia ultima e lunghissima crisi che ho avuto.

Mia madre Mara soleva insegnarmi e dirmi che ogni età ha le sue bellezze. Non lo dimentico di certo. E penso che in questi giorni sto scoprendo la bellezza di questa mia nuova età. La calma, il sapersi rilassare e riposare, la semplicità nell’affrontare la Vita, saper godere delle cose che si hanno, apprezzare quello che si ha. Andare un po’ più piano rientra nella Natura delle cose umane. E sto apprezzando questo mio modo nuovo di vedere la Vita. Senza gli eccessi giovanili, senza cercare le emozioni a tutti i costi, ricordo ne ero affamata da giovane, ma sapersi emozionare per un’alba, sapersi emozionare per il canto mattutino degli uccellini dolcissimi, rievocare senza nostalgia quello che di bello si è vissuto. Assaporare come mangiare di gusto il silenzio che mi circonda, che è stupendo. Che mi dà la calma, me la dona, i miei nervi altrimenti scoperti, è un po’ come se si fossero rafforzati. Sorrido..

Non inserirò una canzone. E’ un po’ di giorni che non ascolto la mia musica. Non voglio rompere la bellezza del silenzio che ho intorno e dentro quasi di me.. e poi c’è il profumo in questi giorni di Primavera il profumo di tutti i fiorellini.. che m’inebria..

Mi sento così oggi.

Senza fretta di fare chissà cosa. E poi ho la dolcissima sensazione di sentirmi ancora libera. Ancora giovane e lo sono! Conosco un po’ di più i miei limiti. Tutto qui.

Poi parlare con qualcuno serenamente fa tanto bene all’Anima. Qualcuno che sia gentile con te. Sincero. Buono.

E così anche questo post è terminato. Termina qui. Andrò a preparare il mio pranzo, chè sono una “mangiona” di gusto.

Saluto chi passa e legge.

smilingdog

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.