“Notte magnifica

“A me basta.. questo pianeta.. per essere felice.. E’ una notte meravigliosa. Il Cielo è tutto blu scuro corollato da tantissime stelle color dell’oro scintillanti.. E’ stupendo e l’aria è fresca.. Sono appena rientrata in casa. Ho dormito proprio bene e profondamente. Mi sono riposata tantissimo chè ne avevo bisogno. Ieri mi sono stancata un po’ fisicamente e sono arrivata alla fine della giornata chè dormivo in piedi. M’infilo verso le 8.30 sul letto e mi addormento immediatamente! Mi risveglio dopo sogni dolci dolci e riposatissima dopo 7 ore consecutive di sonno. Ah! Come sono riposata bene! Mi sveglio che sono circa le 3.15, decido poi di alzarmi, io ed il mio gattino insieme. M’incammino verso la cucina, preparo la pappa gustosa per Timbuctu che mangia affamato, e mi preparo con calma il mio caffè! Che mi gusto proprio! Insieme ad una sigaretta.. sento una gran pace fuori ma soprattutto dentro di me.. chè riposata non ho nessun pensiero negativo, piuttosto mi sento bene.. e fumo la mia sigaretta senza pensieri se non belli.. Tutto intanto tace di un bellissimo silenzio notturno.

Faccio, mi accorgo, le cose con molta calma nel cuore che sembra ancora dormire un dolce sonno. M’infilo la mia giacca di pile beige chè mi riscalda. Sto bene! Le membra rilassate insieme alla mia mente chè era tanto tempo che non mi sentivo così.

I pensieri sono leggeri ed ancora sopiti..

La Città dorme ancora.. come tutti i miei vicini di casa le cui finestre sono tutte al buio e chiuse.

Il mio gattino è ora sopra il suo terrazzino a curiosare un po’..

Fumo..

Fumo e penso un po’ tra me e me.. e sorride l’Anima mia questa mattina chè mi sento così leggera..

Come se avvertissi l’energia di un giorno nuovo arrivare..

Non scriverò tantissimo. Non mi voglio nè posso stancare ora.

Preferisco godermi queste ore notturne. Questo Cielo tempestato di stelle che brillano scintillanti.. Ho visto sia il Carro Maggiore chè il Carro Minore bellissimi lassù, ed anche Venere con la sua tipica ed unica lucentezza.

Sono serena.

Terminato questo post mi godrò il bellissimo silenzio che c’è qui.. Il silenzio della Natura e della Notte.. senza chiasso, ma uno stato di quiete che fa bene all’Anima ed anche al corpo. Mi riposo ricaricandomi..

Non ho neppure desiderio ora di ascoltare la musica. Romperebbe questa atmosfera bellisima.. Mi vestirò.. e mi siederò nella mia sedia del soggiorno fumando una sigaretta ed in compagnia dei miei pensieri appena svegli..

Il post è terminato.

Nessuna canzone per oggi. Mi vado a godere il Cielo stellato..

Buongiorno a te che passi e leggi! ❤

smilingdog

 

 

 

“A me basta.. questo pianeta..

“Ci sono cose in un silenzio che non m’aspettavo mai.. vorrei una voce.. è che io ho tanto amato nel mare del silenzio.. La voce del silenzio chè magnifica canzone, quanto la amo! Quanto mi piace, soprattutto la versione di Massimo Ranieri. L’ascolto sempre molto volentieri. E’ notte qui. Mi sveglio che è prestissimo. Verso le 2 della mattina. Io ed il mio gattino chè siamo in simbiosi ci svegliamo insieme. Il sonno è stato buono e profondo. Decidiamo così di alzarci. M’incammino verso la cucina. Apro subito la finestra del suo terrazzino e preparo la pappa per Timbuctu che se la mangia di grande appetito. Io lentamente preparo poi la mia cuccuma di caffè. Poi di seguito, finalmente mi siedo sulla mia sedia del soggiorno e mi accendo una sigaretta.. me la fumo chè ancora quasi dormo.. rilassatissima e senza pensare a niente.. mi gusto il silenzio che c’è ed il fumo della sigaretta.. la mente è libera.. rilassata.. riposata..

E’ Domenica. E’ domenica mattina. Ora sono le 03.21. Dopo aver sorseggiato il mio caffè che mi ha svegliata, esco sul terrazzino, mi accendo un’altra sigaretta e scruto il bellissimo Cielo che mi si presenta questa notte. Cosparso di stelle, brulicante di stelle scintillanti dappertutto. Stento a riconoscere Venere.. Ce ne sono tantissime ed il Cielo è color blu. Me la godo la sigaretta seduta sulla sedia del terrazzino e mi godo anche la dolce arietta che c’è questa notte sospinta da un leggero venticello.. Si sta proprio bene.. e tutti dormono. Le finestre dei miei vicini di casa sono tutte al buio. Dormono tutti! Ed è una meravigliosa notte da starsene svegli invece, per potersela godere.. Rientro in casa..

I miei panni stesi sono quasi asciutti.. e dolcemente si muovono sospinti dal vento dolce.. che li muove a mo’ di invisibile danza.. sembra quasi che dondolino..

Sospiro.

E mi accendo ora una sigaretta.. Fumo e penso un po’ tra me e me.. e questa notte magnifica di stelle d’oro nel Cielo.. come diamanti sparsi qua e là nella volta celeste..

Sono proprio molto riposata, come dovrei essere sempre. Ma non è così. Oggi come ieri sono completamente riposata ed anche rilassata. Una doccia forse è quello che mi ci voleva. Mi ha rinfrescato e tolto tutti i pensieri pesanti che non andavano.. L’acqua ha portato via con sé le mie inquietudini.. le mie tempeste interiori ed al loro posto una grande quiete. Un gran rilassamento sia delle membra che del cuore e della mente.

Ho dormito poi benissimo e non ho avuto difficoltà nell’addormentarmi serenamente.

Oggi e ne sono felice! Andrò a pranzo da mia sorella insieme a mio padre. Insieme! Mangerò una ricca e golosa carbonara fatta da mia sorella. Ho già l’acquolina in bocca. Poi andrò anche a Messa. Ho una giornata impegnata, ma la cosa non mi spaventa. Ultimamente mi stanco meno. Sono più reattiva. Faccio un po’ più di cose che solo dormire e mangiare. Sto più sveglia durante il giorno e non sto sempre nel letto. Piano piano sembra che tutto si normalizzi.

Mi occuperò anche delle mie gambe che mi fanno meno male avendo perso peso cammino molto meglio, ma andrò dal medico ortopedico per una visita.

I miei anni.. I miei capelli corti e grigi.. un po’ sale e pepe.. ma non penso al tempo che se ne va furtivo e così veloce.. vivendo giorno per giorno e basta la vita sembra rallentarsi di moltissimo. Vivo un giorno alla volta come mi hanno insegnato anche in catechesi. E la vita mi sembra molto più lunga vissuta così. Più intensa.

Sono piuttosto chiusa di carattere ed in questo periodo che mi devo solo riposare sono contenta che sia così. Il riposo mi sta facendo molto bene alla mia psiche così provata. Così stanca. Il bel riposo della mia Anima e del mio corpo! Ci voleva proprio! Penso un po’ di meno. Frequento meno persone, il minimo indispensabile, diciamo che frequento solo Hermano il quale mi aiuta sempre tantissimo! Io, Hermano ed il mio gattino insieme formiamo un bellissimo trio, sereno, senza interferenze, rilassati come riesce a far rilassare un tenero gattino amato in casa.

Sono sveglia, lucida, la mente è fresca ed io mi sento in forma. Quando sono rilassata è un momento preziosissimo della mia vita chè non mi accade molto di frequente essere rilassata completamente.

Ed invece oggi, come ieri, sono in pieno rilassamento.. e quiete del cuore che sta tacendo.. forse dorme ancora.. sereno.

Il post termina qui oggi. Devo pensare ad una canzone, forse opterò per “Sputnik” di Luca Carboni tratto dal suo ultimo Album. Una canzone bellissima che non mi stanco mai di ascoltare e che fa sognare tantissimo.. con quelle sue note così delicate e dolci.. chè appunto.. sembra di volare..

Buona Domenica a te che passi e leggi ❤

smilingdog

 

 

 

 

 

 

Un Poesia da primo premio!

“Sensazioni.. sensazioni.. che nemmeno il tempo.. potrà portarmi via.. oh! no! cantava anni fa Edoardo Bennato nella sua bellissima canzone che io sto intonando questa notte silenziosa mentre tutto tutto tace.. E’ notte ancora. Il Cielo è scuro. I lampioni sono accesi come stelle che brillano lucenti nel Cielo ad illuminarmi, a farmi compagnia.. Sono le 05.01 , è già mattino presto ma sembra ancora di vivere il cuore della Notte. Ho sorseggiato di gusto il mio caffè senza pensare a niente insieme ad un paio di sigarette.. godendomi queste prime ore del mattino insieme al mio gattino che si è svegliato insieme a me, ha mangiato una bella pappa al pesce ed ora si è riaddormentato sazio sulla sua seggiolina preferita, quella calda e comoda color dello smeraldo.

Non pensavo a niente mentre bevevo il mio caffè. Me lo gustavo e basta, fumandomi una sigaretta. Il risveglio è stato dolce. Ma credevo che fossero le 5 del mattino, poi guardo meglio e noto che sono solo le 4, appena le 4 del mattino. Ho dormito circa 7 ore consecutive, ma sono proprio riposata. Il sonno è stato profondo e pieno di bei sogni che ora non ricordo più.

Odo da qui l’ondeggiare lento del mare.. le sue lunghe onde che giungono a riva calme..

Un treno passa lento..

La Città ancora si deve svegliare.. tutto tace. Un gran silenzio intorno a me.

Ed intanto osservo curiosa le mie piantine e le loro bellissime foglioline nuove. Sono tantissime e belle! Le mie piantine sono rigogliose in questo periodo.

Fumo.. penso tra me e me.. e mi sfioro i capelli corti, il mio ciuffo bianco ormai.. Gli anni sono passati ed i miei capelli scuri sono un bel ricordo. Ora li porto corti con una specie di ciuffetto sopra la fronte. Un taglio moderno che mi ha fatto una mia cara amica parrucchiera impegnandosi molto. Mi piacciono come me li ha tagliati. Sono comodi. E poi tante volte nella vita li ho portati corti i capelli. Altre volte li ho portati lunghi ed erano belli se curati.

Mentre fumo e scrivo contemporaneamente.. dentro di me c’è la musica.. ci sono canzoni qua e là sparse dentro di me che mi fanno compagnia.. Sto cantando da questa mattina appena sveglia quasi..

Cos’altro aggiungere? Le parole sono scarse. Ho pochi argomenti al mio arco. Sorrido mentre sono qua di fronte al foglio ancora tutto bianco come tela da dipingere con le parole che come pennelli dovrebbero disegnare colorare, creare. Ma non è così semplice né facile.

Io sto bene qui, in questo momento. Nel silenzio di queste prime ore del mattino. La casa è tiepida. Non ho freddo. Sono vestita con una t-shirt di cotone e pantaloni leggeri grigi di cotone leggero. Sospiro.. un po’ perplessa osservo il foglio qui davanti a me.. vorrei scrivere e scrivere.. e non finire mai.. per quanto sto bene mentre sono qui sul mio amato blog! E’ un momento nel quale io sono me stessa, mi sento bene e libera.. Ma ho poco da dire.. da aggiungere.. forse una canzone..

Questo momento particolare chè scrivo è un momento delicato e di intimità con me stessa ed è per questo che la scrittura come tutte le Arti è anche terapeutica. Ti fa pensare ed entrare dentro di te. In certe pieghe dell’anima alle quali non dai mai importanza né luce. Né ossigeno. Fa molto bene scrivere come dipingere od altre cose riguardanti l’Arte. Fotografare è un’altra stupenda Arte, scrivere canzoni è una meravigliosa dote di Arte, come scrivere una bella Poesia.

Avevo scritto un libro tanti anni fa che ora non riesco più a trovare. Ed io lo trovavo molto scritto bene. In prosa-poesia. Ero molto più giovane quando lo scrissi ma, ricordo, ne ero molto orgogliosa. Non so più dove sia.. sarà in casa sicuramente ma dove non saprei.. Mi piacerebbe rileggerlo anche se in effetti lo conosco a memoria!

La mia prima Poesia che è piaciuta tantissimo e mi ha dato tanta soddisfazione ed una gioia inesprimibile l’ho però scritta che avevo 9 anni. E’ stata la poesia più bella di tutta la mia classe e l’hanno inserita anche sul giornalino d’Istituto! E’ stata un’emozione grandissima ed una gioia nel mio giovane cuore immensa! Immensa!

Neanche lei so più dove sia. Ma qualcuno il giornalino d’Istituto ce lo dovrebbe ancora avere fra i miei compagni di scuola elementare. Ricordo la mia poesia era in prima pagina se non ricordo male! Con il mio nome sotto! Chè bella soddisfazione che ho avuto!

Poi di Poesie ne ho scritte altre da più adulta ma non hanno avuto il successo della prima! Nessuna l’ha eguagliata!

Mi accendo ora una sigaretta..

Sono un carattere chiuso, non parlo in genere di me facilmente. Poi ho smesso di narrare la mia vita ed i miei affanni. Non ne parlo con nessuno tranne che con il mio psicoterapeuta al quale racconto tutto con estrema sincerità. Sono chiusa di carattere e forse sì, forse qui mi apro facilmente e riesco ad aprirmi, a raccontare fasi della mia vita, a descrivermi.. a raccontare un po’ di me.. ma quanto a parlare non parlo tantissimo.. Anche se in vita mia ho avuto tantissime amicizie. Care.

Sono le 5.34, l’alba ancora è lontana. Il Cielo è ancora buio.

Per oggi il post termina qui. Una canzone di Edoardo Bennato che mi piace tanto, mi piacciono tutte le sue canzoni sin da quando avevo 14 anni ed ho visto il suo concerto! E’ stato bellissimo ed eravamo tantissimi, tutti miei coetanei innamorati di lui e delle sue canzoni! Era ed è un ribelle! Un grandissimo Cantautore! Che è stato un leader per tutti noi della mia generazione che lo ascoltavamo tutti!

Inserirò una canzone dalla melodia dolcissima. Che a me piace tanto.. Quasi una fiaba.. quasi una favola.. una favola solo a metà.. ❤

smilingdog

 

 

 

 

 

Come sopra una nuvola

“La senti questa voce.. chi canta è il mio cuore.. Amore Amore Amore.. è quello che so dire non dico di più.. la prima cosa bella che ho avuto nella vita.. e continuo a cantare ed oggi ho vissuto bene! Come se fossi stata sempre sopra una nuvola soffice soffice e bianca a viaggiare sospesa nel Cielo.. Volare.. sì, sospesa.. serena.. e senza preoccupazioni di alcun genere. Lo avevo chiesto. Ho pregato per un giorno sereno ed eccolo qui, oggi! Sono le 17.54 di un pomeriggio luminosissimo e di un giorno di sole bellissimo. E’ stata una giornata bellissima. Il Cielo limpido ed azzurro ed un sole dolcissimo. Così eccomi qui a scrivere. Sospiro.. un sospiro di sollievo. Mi accendo ora una bella sigaretta.. Fumo.. e mi guardo intorno.. ancora sospesa su questa bellissima nuvola sulla quale ho la sensazione di stare.. leggera leggera..

Ho pregato di essere serena. “Ho chiesto” e mi è stato dato. Mi è stato concesso questo giorno che vivo serenamente.. Forse ne avevo bisogno.. Così sempre leggera scrivo.. mentre il fumo della sigaretta appoggiata al suo posacenere rotondo e bello e color dell’argento, se ne va, leggero anch’esso, verso l’alto, verso il soffitto bianco.

Il mare è azzurro e calmo..

Avevo desiderio di mettermi qui a scrivere dopo una giornata bella e di riposo anche e soprattutto della mente.

Che scrivere..? Il foglio è ancora tutto bianco di fronte a me.. ma so già che le parole arriveranno da sole.. automobili e moto transitano sotto la mia casa.. Ma in casa c’è il “mio” silenzio che tanto amo.

Forse questo post non sarà lunghissimo.. sono quasi “assente” e con la mia fantasia navigo per il Cielo sospesa.. sulla mia nuvola.. bella piccola e bianca.. chè mi porta in giro con sé e mi fa fantasticare e giocare.. come fossi divenuta di nuovo bambina.. Un mio sogno quello di starmene con le mie amate nuvole.. che passeggiano indisturbate per la volta celeste tutta loro.. E sorrido ora.. Quasi felice!

Come se fossi tornata a giocare. Tra me e me. Come da bambina, quando inventavo i miei amati giochi. E mi divertivo tantissimo. Ah! Bisognerebbe sempre rimanere bambini! Senza andare a scuola, senza troppa disciplina, ma liberi di giocare sempre e non smettere mai! Tranne che per il pranzo e per la cena!

Il mio stato d’animo in questo momento è così, completamente fanciullesco! E sorrido da dentro me.. divertendomi molto. Come se sopra la nuvola ci fossi per davvero. L’immaginazione fanciullesca è immensa e se hai la fortuna di rievocare e rivivere certi bellissimi momenti beh.. la Vita in questo momento appare un sollucchero.. dolcissima.. e bella!

Risintonizzarsi con quel tipo di fantasia innocente.. quando ancora non hai mai sbagliato, quando ancora non conosci rimpianti ed errori dei quali pentirsi, la spensieratezza stupenda di quegli anni! Oh! Ora li sto vivendo tutti! Ed è una sensazione meravigliosa.. Tornare bambini.. questo è un messaggio di Gesù, “Altrimenti non entreremo nel Regno dei Cieli”.. ed oggi sono bambina! Mi sento così, con una gran voglia di giocare, come giocavo io, intensamente, e come ci credevo! Come m’impegnavo che tutto fosse a regola d’arte! Parlavo da sola, giocavo da sola (prima che nascesse mia sorella), inventavo nuovi giochi ed a volte anzi spesso giocavo anche con mia mamma, mentre lei sfaccendava in cucina. Giocavo ad avere “un marito postino” che secondo me, pensavo, e lo penso ancor oggi, è il mestiere più duro che c’è. Perché vedevo il mio postino lavorare fino a tarda sera. Poi giocavo alle signore sempre con mia madre che mi stava a sentire sempre in cucina. Poi inventavo alti giochi, la pescivendola così potevo parlare in dialetto che a me era vietatissimo! Così facendo la pescivendola potevo parlare un dialetto mostruosamente dialettale! E mia madre non mi poteva dire nulla! Inventavo! E quanto mi divertivo! Mi è sempre piaciuto tantissimo giocare, come tutti i bambini. Tutti i bambini non dovrebbero andare a scuola! La disciplina, lo studio, non fanno per i bambini! Così ho ripercorso un po’ della mia prima infanzia. Certo che poi sono andata a scuola e mi sono divertita con i miei compagni ugualmente. Non avevo difficoltà a fare i compiti, a studiare per fortuna amavo la scuola.

Eccomi.. ancora sopra la mia nuvola.. e sorrido al sole che sta tramontando sul mare.. e vedo dall’alto tutti i bei colori di questa ora. Il mare azzurro ed il sole che si va ad addormentare..

Mi accendo un’altra sigaretta..

Fra poco Hermano mi verrà a far visita. E fra poco cenerò.

Mozzarella e prosciutto cotto. Sono a dieta. Mannaggia a me! Ed agli zuccheri che ho nel sangue!

Comunque resta il fatto che sono serena. E fra poco tempo andrò a dormire chè un po’ stanca mi ci sento.

Il post di oggi è terminato.

Inserirò una canzone di Rita Pavone che ai tempi di quando ero una bambina amavo appassionatamente. Inserirò “Cuore”.

Buon ascolto a te che passi e leggi ❤

smilingdog

 

 

“Come le stagioni..

Non ho sonno. Sono le 21.58, in genere verso le 8 8.30 della sera mi addormento. Oggi questa sera sono sveglissima! Forse quel caffè di troppo il pomeriggio.. probabilmente..

Così, dopo essere stata nel letto al buio fumando e fumando.. decido di alzarmi e venire qui a scrivere un po’. Timbuctu mi segue immediatamente. Dal nostro lettone scende e si alza insieme a me.

Cosa scrivere.. Cosa scriverò.. ancora non so.. Mi accendo una sigaretta.. ho voglia di starmene qui di fronte al pc a scribacchiare un po’.. Sospiro.. e respiro un’arietta dolce della sera.. Sono uscita nel terrazzino a guardare le stelle.. c’era Venere, la più luminosa, proprio sopra di me.. il Cielo questa sera è bellissimo, limpido ed azzurro..

Ancora non è Notte.. diciamo che è sera.. Le prime ore della sera. Ma io non guardo mai la Tv, almeno da circa una trentina d’anni! Così non mi resta che scrivere qui.. qualcosa..

Fumo.. e penso un po’ tra me e me..

Le auto passano sotto casa.. Con passo felino e silenzioso il mio gattino è qui vicino a me.. che è sveglio.. siamo in simbiosi, e forse comincia a giocare tra sé e sé.. come quando era cucciolo..

Non sono mai.. penso.. completamente felice.. forse quando sono al reparto provo questa sensazione, altrimenti tendo alla malinconia.. quella tipica autunnale.. ecco proprio quella.. si dai primi anni della mia vita.. ho un animo crepuscolare.. e non ci posso fare nulla.. come un fiume mi attraversa.. e lontano vado via con i miei pensieri.. tra passato.. presente e malinconia anche verso il futuro.. come un fiume dorato.. ma non è una sensazione non bella.. è malinconia allo stato puro.. Sospiro quasi inerme e quasi rassegnata a questo mio carattere.. che ci sta bene con i colori di questa Stagione che io amo moltissimo. Le sue pioggerelline.. gli alberi un po’ più storti ed abbassati dal vento.. dal vento freddo.. e le loro foglie.. bellissime che si arrotolano inseguendosi ed inseguite dal vento.. verso viali lontani.. E’ una stagione molto romantica..

Ombrelli ed impermeabili che nascondono capelli arruffati e gli innamorati che si abbracciano sotto la pioggerellina..

E la pioggia che scende come lacrime dalle finestre.. bellissima immagine.. chè stuzzica l’immaginazione e la fantasia anche giovane.. soprattutto giovane.. di quando si stava in casa perché pioveva e si stava a guardare fuori dalle finestre chiuse.. vedevi scendere la pioggia che come lacrime dal Cielo entravano in te stesso.. e nasceva la malinconia.. di sogni sognati nel cuore ed amori romantici..

Da ragazzina ho tanti ricordi di pomeriggi trascorsi così davanti alla finestra.. a guardare la pioggia scendere.. goccia a goccia.. e sospirare solitaria.. rientravo e riprendevo a studiare.. pomeriggi autunnali..

Sì, probabilmente sono molto meteropatica. Ma l’Autunno lo amo particolarmente soprattutto per i suoi colori.. ma amo anche le altre stagioni..

Ma preferisco il freddo. Chiusa in una giacca calda a bermi un cappuccino dolce. Oppure un cioccolato caldo.

Ma ancora è presto per parlare di questi tipi di clima. Fuori l’aria è ancora dolcissima. Io sto indossando una t-shirt di cotone nera. Sono vestita leggerissima. Forse l’Estate non è ancora terminata. No.

Vorrei scrivere cose più profonde.. ma non riesco ad andare nel profondo di me. Non ci riesco da tanto tempo. Un po’ è la vita che ho condotto, un po’ è la malattia che ho, un po’ sono le medicine che assumo. Non riesco ad andare in profondità di me stessa. E poi in profondità di me stessa c’è talmente tanta tristezza che è meglio così. Restare leggeri ed in superficie.

Lievi.

Al limite del superficiale. Ecco.

Anche se io la superficialità in genere non l’ho mai amata. Di nessun genere. Ma qui.. devo per forza essere più lieve e leggera.. è anche una questione di scelta mia di scrivere così.

Sospiro.. respiro.. fumo la mia immancabile sigaretta e forse ho terminato anche questo post.

Inserirò una canzone d’Amore che reputo bellissima di Aleandro Baldi che s’intitola “Come le stagioni”. E’ una canzone che ascolto sempre molto volentieri. Come del resto tutte le canzoni di questo bravissimo Artista.

Il post termina qui. Non ho sonno ancora.. me ne starò nel letto.. in attesa che arrivi il prezioso sonno!

smilingdog

 

 

 

 

“Ma che freddo fa..

“Oh che sarà che sarà.. Per prima cosa mi accendo subito una sigaretta ora nel silenzio della Notte. Sono le 03.28, sono sveglia già da un’ora.. fresca e pimpante dopo aver sorseggiato con tutta calma il mio caffè! Sospiro, respiro, intanto un treno merci transita veloce nella Notte ancora buia e forse anche un po’ fredda. Ho tutte le finestre della casa chiuse ed io ci sto bene. Tutto silenzio intorno a me. Tutti i miei vicini di casa dormono ancora ed anche il mio gattino, dopo essersi svegliato con me ed aver mangiato di gusto la sua pappa al tonno, si è riaddormentato appoggiandosi sul divano del soggiorno. Nel soggiorno dove io ho fumato, dopo il caffè, un paio di sigarette, un po’ assente, senza troppi pensieri, ma quasi serena dopo un dolcissimo risveglio. I sogni sono stati anch’essi dolcissimi anche se ora non li ricordo più..

Questo silenzio che c’è intorno e dentro di me mi dona pace. Pace nell’animo e nel cuore.

Non sono “turbolenta” ed inquieta.. no.. al contrario mi sento bene, rilassatissima. Ho dormito profondamente e le ore giuste. Ho dormito bene. Sospiro ed intanto sto fumando la mia sigaretta.. indisturbata.. Queste ore della Notte le amo particolarmente. Nessuno che mi possa disturbare.. il cellulare silenzioso anch’esso.. e non ho nemmeno voglia a quest’ora di ascoltare musica.. Mi godo questo bel momento nel quale sono sveglia mentre tutto tace..

Il mare tace anch’esso..

La Città pure sta dormendo.. sembrerebbe proprio così..

Vado a giorni alterni, ci sono giorni nei quali sono serena e tranquilla, ed altri molto meno. Oggi mi sveglio bene e sono tranquilla. Sospiro.. respiro.. guardo le foglioline delicate delle mie piantine ed i fiorellini minuti e rosa della mia piccola orchidea. Dormono..

La Natura tace tutta..

Il post di oggi credo che sarà breve. Non ho tanto da scrivere e da descrivere.

Anche se un po’ me ne dispiace. Mi piace molto quando scrivo qua.

Ieri pomeriggio sono dovuta uscire con Hermano per alcune incombenze, sono stata bene, non mi sono stancata troppo e poi infine siamo andati a cena fuori. Pesce fritto fresco! Era buonissimo!

Se dipendesse da me me ne starei sempre in casa. Non uscirei mai! Sto bene con il mio gattino. No. Non uscirei mai. Me ne starei in mia compagnia e quella delle mie piantine  e del mio gattino e non mi stancherei credo. Poi le volte che esco, se non mi stanco troppo fisicamente, poi sto bene a prendere un po’ d’aria all’aperto.

Comunque queste sono le ore più belle di tutta giornata. Chè sono sveglia mentre tutti dormono. Mi dà un gran senso di pace ed anche di libertà come quando ero bambina chè mi piaceva moltissimo starmene sveglia la Notte! La Notte mi è sempre piaciuta vivermela piuttosto che dormire! I suoi colori, la sua bella e particolare atmosfera.. anche da ragazza me la godevo la Notte facendo le ore piccole. Nasco “nottambula”. Amo la Notte ed i suoi bei colori. Ora la Notte non esco più. Per vari motivi. Non ho più l’età.. come si dice.. ma non posso dire di non essermele godute le Notti varie che ho vissute.. e sono state tante.. dall’Infanzia chè andavo a dormire verso le 2 della mattina di nascosto dai miei genitori (vedevo tutta la Tv, i sui film di nascosto! divertendomi tantissimo!) e poi più tardi da ragazza, chè uscivo fino a tardi! Forse in questo ho preso da mio padre chè anche lui ama le ore notturne.

Ed anche ora amo la Notte e sono sveglia! Felicemente sveglia! Poi durante il giorno dormo e mi riposo. Così mi accorgo di non essere poi cambiata così tanto. La mia natura essenziale è rimasta. Vado a dormire prestissimo, questa è la sola differenza, verso le 8, 8.30 della sera, e poi dopo circa 7, 8 ore di sonno mi sveglio e la Notte è ancora tutta per me.

Ho paura del buio, una delle mie tante fobie, ma non del buio affascinante della Notte!

Mi accendo ora una sigaretta.. Fumo e mi rilasso.. e penso un po’ tra me e me..

La Notte mi fa sentire molto più libera, magari è solo una sensazione ma è così. Non parlo con nessuno, se non con le mie piantine ma che ora stanno dormendo e non le disturbo, e con il mio gattino che anche lui sta dormendo. Perciò sono in compagnia solamente di me stessa.. e sto bene così.. Gli “altri” un po’ mi destabilizzano e non penso la causa sia la mia malattia ma piuttosto il mio carattere chiuso. La mia parte solitaria che amo tanto.

Non amo la confusione e le persone confusionarie. Mi piace il silenzio e la sua quiete.

E non mi piace nemmeno parlare tanto. Mi stanca e poi mi annoia.

Ascolto la musica. Tutto qui. E mi piace il momento nel quale mi siedo sul terrazzino a respirare ossigeno ed osservare i colori del Cielo e le sue nuvole, sognare un po’.. e veleggiare con esse.. sospinte magari da un leggero vento che io amo moltissimo il Vento.. lo amo moltissimo.. mi fa sentire viva! Lo respiro.. mi dà anch’esso quel senso di libertà che è difficile trovare altrove per me..

Sono le 04.02, sono le prime ore del mattino.. ma il Cielo è ancora tutto scuro. Un lampione è acceso nel mezzo del Cielo ad illuminare la strada e me.. qui.. che scrivo quasi al buio.. e sottovoce..

Inserirò una canzone di Nada la sua prima canzone che le ha portato il gran successo, che fu uno dei primi regalini che mia mamma mi fece tornando a casa dalla spesa. Una mattina meravigliosa. Ricordo ancora i suoi occhi vivi e felici di farmi questo splendido dono, “Ma che freddo fa”, ero, ricordo, a scartarlo così felice.. momenti indelebili nella mia Vita! Questa canzone l’avevo ascoltata la prima volta a San Remo ed avendo musicalità nel sangue me ne innamorai subito anche delle sue parole. Così mia mamma mi regalò il disco! Fu una giornata meravigliosa! Di gioia pura! E non dimentico gli occhi felici di mia mamma nel farmi questo bellissimo regalo! Avevo circa 5 o 6 anni. Ero in quel momento felicissima!

Ecco anche oggi ho scritto qualcosa. Le parole vengono da sé. Come i bei ricordi. I bei ricordi fanno bene all’Anima che ha bisogno di distendersi, di fermarsi un momento, di rilassarsi e di provare ad essere serena. Altrimenti non si è felici mai!

Così ora riascolterò questa bella canzone chè è tanto tempo che non ascolto!

Buongiorno a te che passi e leggi ❤

smilingdog

 

 

 

 

 

Io, i miei cani liberi ed il mare..

“Più ci penso più mi viene voglia di lei.. anche se nella mia mente .. più bella tu sei.. canto questa bella canzone di Gianni Bella di un po’ di tempo fa.. l’umore è buono rispetto a ieri. Sarà che ho dormito tanto, bene e profondamente.. Il mio gattino è sveglio insieme a me e miagola per la casa.. ha già mangiato la sua pappa a base di tonno, io o già sorseggiato di gusto il mio caffè chè ero serena.. una sigaretta senza pensare a niente.. il suo fumo che aleggiava per la stanza illuminata.. ed ora eccomi qui.. sul mio amato diario di bordo.. Mi accendo una sigaretta. Sono proprio sveglia, ho dormito proprio bene e tanto e poi ne avevo proprio bisogno! Ieri sono stata per quasi tutta la giornata nervosa.. ora è un giorno nuovo per me e sono calma ed in pace con me stessa.

Mi ero stancata tanto il giorno prima. Ed io non posso più permettermelo di stancarmi anche fisicamente. Ne pago subito le conseguenze e la mia mente è labile, forze troppo provata. Ma oggi è un altro giorno, un giorno nuovo.. Respiro e sospiro un sospiro di sollievo. La casa è calda. I termosifoni sono accesi. Non so che scriverò ancora.. Ma non sono in ansia né ho fretta.. Fumo nel silenzio ed in relax..

Cosa scrivere questa mattina? Sono le 5.27 del mattino. Il Cielo è ancora scuro. L’Autunno è ormai arrivato. Un lampione è là a guardarmi e farmi compagnia, bellissimo e luminosissimo come un piccolo sole nella Notte.

Tutto tace.

Le onde del mare giungono a riva lente.. calme..

Oggi mi dedicherò alle mie piantine.. ed anche alla piccola e minuta orchidea, l’ultima arrivata.. che ha bisogno anch’essa di tante attenzioni..

Mi piace dedicarmi alle mie piantine come mi piace dedicarmi al mio gattino amato Tito, quando gli do da mangiare, osservarlo quasi spiarlo mentre si gusta la sua pappa.. è poesia per me.. che amo la Natura moltissimo. La Natura non mi ha mai delusa né ferita.. ma anzi ha sempre innalzato il mio spirito, il mio cuore, la mia Anima verso l’Alto, e la respiro la Natura immergendomi in essa fiduciosa.

Amo moltissimo il suo verde, i suoi alberi con le loro foglie che danno ombra in estate e che in Autunno cadono tristi verso l’infinito.. verso non si sa.. lontano..

Amo tutti i fiori.. ed anche moltissimo il profumo della terra bagnata dalla pioggia.. Come amo anche la pioggia quando cade.. il suo profumo che proviene dal Cielo.. Ed amo le nuvole che sempre mi hanno fatto sognare.. immaginandomi di cavalcarne una e poter volare nel Cielo ovunque.. Mah.. già la stupenda Natura chè meraviglia.. ed io anche in casa ne ho un po’.. tra le mie piantine, il mio amato gattino, sul terrazzino posso respirare aria fresca e buona ed osservare tutto intorno ad esso. Dai fiori curati dai miei vicini al profumo della terra bagnata dalla pioggia.. La collina che amo tanto tutta verde in questo periodo antistante il terrazzino.. i fiori sui balconi curati dei miei vicini.. insomma anche se non esco più per boschi e passeggiate, un pezzettino di Natura ce l’ho anch’io qui vicino a me..

Sì, mi mancano gli alberi chè amo in maniera particolare, soprattutto il salice piangente.. che poesia che è.. è il mio albero preferito.. le sue verdi fronde che come lacrime copiose scendono giù.. il suo verde particolarmente più chiaro.. è l’albero che più assomiglia alla poesia.. al pianto.. al dolore.. la Natura è stupefacente.. non manca di nulla.. e poi c’è il mare.. oltre che il Cielo.. e la sua vastità..

Immersa nella Natura sono sempre stata bene. Ci sto bene immersa nella Natura, nel suo stupendo silenzio, magari con un filo di vento che scompiglia i rami degli alberi ed i miei capelli.. mi dà un gran senso di pace, di tranquillità e di libertà interiore.. di pace! Ed io che non amo moltissimo stare in mezzo alla gente, alla confusione, mi ci sono sempre trovata bene.. magari in compagnia dei miei tanti cani che passeggiavano liberi e felici anch’essi.. erano momenti, sono stati momenti felicissimi della mia vita, e sono stati tantissimi, per tantissimi anni! Io, in compagnia dei miei giovani anni, in compagnia dei miei pensieri e dei miei cani chè non c’era bisogno di guinzagli, di tenerli a bada, ma loro correvano liberi, ed io ero serena, seduta su di una panchina di marmo sotto l’ombra di un bellissimo ed odoroso albero.. e di fronte a me vedevo l’orizzonte ed il mare azzurro.. momenti indimenticabili e sereni della mia vita.

Solitaria insieme ai miei cani mi godevo la Natura e le sue bellezze.. il suo magnifico silenzio.. momenti che rimpiango.. rimpiango un po’.. solo un po’.. Ora vivo ugualmente nel silenzio, sono solitaria ugualmente e vivo con il mio amato gattino Timbuctu, se ci penso bene non c’è poi tanta differenza di qualità di vita..

Sono effettivamente un tipo solitario

Non amo molto parlare. Preferisco la voce, il suono del silenzio.. la mia intimità, i miei pensieri.. Forse è anche questa una forma di chiusura verso il mondo? Ma non credo, penso piuttosto che faccia parte della mia Natura, del mio vero carattere.

Solitaria e felice! 🙂

E sorrido..

Perché in questo momento chè è mattino ancora presto sono solitaria e parlo, scrivendo, tra me e me.. Timbuctu il mio gattino si è riaddormentato.. ed io sono felice di questo nuovo giorno.

Combatto sì con la mia malattia così presente nella vita mia che non posso certo far finta di niente. Ma la combatto. Mi fa soffrire tanto questo sì, ma la combatto. Per esempio con un sonno di oggi così bello e profondo. Senza eccedere con i caffè chè mi agitano subito, senza eccessi. Conducendo una vita moderata. Semplice e dando tanto spazio al mio riposo che ne ho proprio bisogno.

Il post di oggi è terminato.

Inserirò una canzone cantata da Gilda Giuliani “Serena” cantata dalla sua voce fortissima ed inconfondibilmente bella! Con questo post poco c’entra. Ma non importa. Mi è venuta in mente così.. all’improvviso.. “Serena.. io ero serena.. come un Cielo blu..

Buongiorno a te che passi e leggi ❤

smilingdog