Un sorriso raro..

Sono le 04.29 del mattino. Il Cielo è tutto blu notte costellato di stelle, tantissime stelle d’oro che scintillano nella notte. L’aria è fresca. Fumo solitaria una sigaretta fuori nel mio terrazzino e mi godo i colori del Cielo, Oro e Blu insieme, una magnificenza! Ed il silenzio tutto intorno. La sigaretta fuma ed i miei pensieri volano verso l’Alto.. curiosi ed un aereo parte verso chissà dove.. sembra una stella che si muove veloce nel Cielo così luminoso di questa mattina presto. Mi sveglio dopo un sonno bello e profondo chè sono riposata. Io ed il mio gattino ci svegliamo insieme e sempre insieme decidiamo di alzarci. E’ ora! Sono circa le 3.15 del mattino. Vado verso la cucina, preparo la pappa a Timbuctu e preparo la mia piccola cuccuma di caffè.. finalmente mi siedo in soggiorno. La stanza che abito di più, oltre la mia camera da letto, e mi accendo una sigaretta senza pensare a niente.. O forse al giorno di ieri.. un po’ faticoso ma poi verso le 8.30 della sera mi sono addormentata immediatamente. Subito! Fumo in soggiorno che sono abbastanza calma poi finalmente arriva il buon caffè che mi gusto piano piano.. una sigaretta in mano.. ed il rito del caffè eccolo qua.. Sono un po’ più sveglia e la giornata per me ha inizio. Penso alla mia piantina di orchidee minuta minuta che ha bisogno di acqua. Oggi provvederò.

Mi accendo una sigaretta e fumo.. e penso un po’ tra me e me..

Alcune auto passano sotto casa ma sono poche.. Tutto altrimenti tace.. La Notte è buia ancora.

I lampioni sono accesi e mi stanno facendo compagnia.. belli, luminosissimi e bianchi ad illuminare sembra il Cielo, la Notte e la strada.. e me che scrivo qui al semibuio della stanza.

La cura che mi è stata data è il Riposo. Pertanto non scriverò un post lungo. Mi devo riposare il corpo, lo spirito e soprattutto la mente tanto tanto stanca. Si stanca ormai molto facilmente. Così trascorro il tempo riposandomi e la cosa non mi pesa affatto. C’è grazie al Signore Hermano il quale mi aiuta sempre. Non sono sola. Mi aiuta nella spesa e nelle cose di tutti i giorni. E’ proprio una brava persona. Si preoccupa sempre per la mia cagionevole salute. Per la mia persona e mi ha sempre difeso in ogni occasione. E mi aiuta anche economicamente chè io, non potendo lavorare, percepisco una pensione minima civile di 225 euro mensili! Da 280 euro sono passata a 225! Giusto per le sigarette. La mia pensione di invalidità. Così Hermano mi aiuta anche in questo.

Ma non mi voglio intristire. Anche il medico che mi segue mi ha consigliato di non pensare a cose tristi, ma di provare ad essere serena, pensieri buoni, non ascoltare nessuna lamentela, ho bisogno di liberare la mia mente e farla riposare.. chè non si è riposata mai in tutta la sua vita! Sospiro..

Così vivo con il mio gattino provando a pensare ben poco. E dormo tanto anche durante il giorno.

Non mi posso affaticare. Semplicemente.

Così anche scrivere certamente un po’ mi affatica. La concentrazione stanca anch’essa. Lascio la mia mente, ci provo almeno, libera.. a respirare aria fresca di questo primo mattino.. ed il resto si vedrà..

Non è una convalescenza. E’ proprio un rimedio per la mia mente così provata. Così stanca. Quella di riposare.

Anche parlare mi può stancare. Forse devo fare quello che più mi sento. Così appoggio il mio corpo su Sultan, il mio lettone grande e comodo, appoggio la testa su di un cuscino ugualmente comodo e mi riaddormento oppure mi riposo lì. E mi piace.

Respiro e sospiro.. Sono le 04.52.

Il mio papagallino messicano sopra di me mi sorride complice. Un bellissimo sorriso che anch’io avrei bisogno di ricevere al posto di tante parole. Un bel sorriso d’incoraggiamento oh! Quanto mi farebbe bene. Più di tante parole od altri gesti. Un sorriso bello e che provenga dall’Anima! Mi darebbe tanta forza in più.. ma si sa.. i sorrisi sono rarissimi.. e sospiro con un po’ di malinconia.. Di sorrisi veri ne ho ricevuti pochi in vita mia. Piuttosto parole dure e severe che hanno fatto male al mio cuore. Stanco ed avvilito. Ma io sono, come dice anche il mio medico, sono molto forte. Ed ai sorrisi ed alle dolcezze non sono tanto abituata. Così vado avanti nel mondo forse un po’ tentennante ma abbastanza forte. Sono abituata alle durezze degli esseri umani e della Vita stessa che a volte confondo questa durezza e la scambio per la mia. Chè non sarei dura per Natura, affatto.

Mah.. perplessa a queste verità fumo nervosa una sigaretta..

Intanto, nel frattempo mi è venuta in mente la canzone da inserire nel post di oggi, qui. “Non è” di Luca Carboni, la cui dolcezza e mitezza mi commuovono. Luca Carboni è un cantautore poeta che mi calma tanto.

Abbiamo bisogno un po’ tutti di più dolcezza dell’Animo. Più umanità. Chè anch’io frequentando questo mondo l’ho perduta dentro di me.. più dolcezza, più mitezza di cuore, più voglia di stare insieme, più voglia di volersi bene..

smilingdog

Annunci