Lontano dal mondo..

Mi sveglio dopo sogni belli.. colorati.. e vivi! Mi alzo.. insieme al mio gattino Timbuctu.. lui saltella per casa.. guardo l’orologio e sono le 8 del mattino.. vado in cucina e preparo il mio amato caffè.. lo sorseggio insieme alla mia sigaretta.. ne fumo altre insieme ai miei primi pensieri del mattino.. silenziosi.. la luce in casa è illuminata da un Cielo terso.. le sue nuvole grandi e bianche lo colorano.. squarci di azzurro limpidi lo rendono bellissimo e di una serenità che calmerebbe qualsiasi animo al solo guardarlo..

Esco sul terrazzino.. affronto il freddo e mi accendo un’altra sigaretta.. fumo sì velocemente ma mi gusto il piccolo panorama che ho di fronte.. fiorellini del giardino dei miei vicini.. un piccolo Babbo Naale appeso sul loro terrazzino per i loro tanti bambini.. le rose rosse un po’ provate dal freddo.. rientro quasi subito.. Timbuctu mi segue..

Leggo l’oroscopo.. quello non manca mai ancora.. da sempre.. chiudo e mi avvicino alla tastiera.. al mio pc.. infilo gli occhialini, le cuffie e comincio a scrivere.. non so cosa.. ma intanto sono qui.. penso a tante cose lontane e vicine..

I pensieri silenziosi si accompagnano al silenzio della casa.. ed alle onde del mare.. che calme sbattono contro gli scogli.. sono calme come sembra calmo tutto qui.. tutto intorno a me.. io anche sono abbastanza quieta.. ancora.. non sono agitata né ansiosa.. del resto sono appena sveglia.. e l’umore non è dei peggiori..

Non so di cosa scriverò oggi.. ogni volta è sempre più difficile aprire il blog e scribacchiare su questo foglio bianco chè tanto mi ha fatto compagnia in tutti questi anni.. non vorrei perdere la voglia di scrivere qui.. anche se ho perduto nel tempo il ritmo gusto.. ancora spero di poter scrivere bene e meglio.. non demordo.. mi viene da sorridere mentre scrivo e parlo fra me e me.. la mia vita non è tutta un’avventura e in questi ultimi anni è stata piuttosto dura andare avanti.. a stento.. deglutendo bocconi amari ed avere la voglia e la forza di andare avanti.. non è facile… ma io non demordo e a volte non so neppure io perché.. forse dovrei rilassarmi di più.. concedermi più riposo.. concedermi più chance e non essere troppo severa con me stessa.. mia madre era pittosto severa come donna.. dolce ma severa e forse ho preso da lei.. forse.. non saprei.. non lo so..

Accendo una sigaretta.. l’ennesima di questa mattina appena iniziata per me.. e sono già le 10.04..

Fumo..

Dicono, sostengono che tenere un diario faccia bene, è terapeutico.. e così io continuo.. anche se ho poco da scrivere.. poche emozioni da descrivere.. e forse penso fra me e me mi è rimasto il Cielo da descrivere con le sue nuvole che ancora però mi fanno sognare.. il Cielo che mi regala ogni giorno una dose di speranza.. un sorriso per il mio cuore.. il Cielo amico.. dove vorrei rifugiarmi.. e calmarmi.. serena..

E così anche oggi ho scritto un po’..

smilingdog ha prodotto tanti post che mi hanno dato soddisfazione veramente.. mi sembravano molti scritti bene ed ero proprio contenta.. è un blog che ha tantissimi anni.. mi ha fatto compagnia durante varie fasi della mia vita.. ed è sempre piacevole avere a che fare con lui.. una bella abitudine.. ed aprire il pc.. aprire il foglio bianco è ancora un gran piacere per me.. ma le parole sembrano stanche…sembrano essere arrivate al termine.. e mi dispiace.. questo mio foglio che tanto spazio mi dava.. sembra ormai tutto scarabocchiato.. come se dovessi cambiare stile.. oppure non scrivere più.. ma la mia vita sarebbe molto più vuota di quello che è ora.. e smilingdog mi mancherebbe tanto.. così continuo ancora a scrivere.. non più capace come un tempo.. forse anche le parole finiscono.. soprattutto quando il proprio cuore smette di provare emozioni.. di battere in qualche maniera.. e di sognare.. e di vivere.. come me in questo periodo della mia vita..

Ognuno che scrive ha bisogno di stimoli.. ed io di stimoli ne ho pochi in questo periodo che sembra non terminare mai.. io comunque resisto.. come sono abituata a fare.. resisto..

Resto in casa chè è freddo davvero.. ma amo l’inverno con i suoi freddi e colori

Il post è terminato.. ho inserito una canzone che per me è la più bella scritta di tutti i tempi.. è di Don Bacjy il mio autore preferito.. ed ascoltandola si sogna a colori..

Mi ritrovo ancora pessimista e molto.. tanto non si cambia più di tanto.. il percepire la Vita.. il sentire stesso dell’Esistenza.. non posso chiedere troppo a me stessa.. così eccomi qui.. ad ascoltare una canzone e continuare a sognare che la realtà non mi è mai piaciuta troppo.. e così volo ancora lontano fra i colori dei miei sogni intantili ed adolescenziali.. che sono ancora dentro di me.. come se non fosse passato un solo giorno.. i misteri della Vita.. e mi connetto con me stessa.. lontana dal mondo.. e più vicina a me.. che ho bisogno di calore.. di caldo al cuore.. un cuore che non smette di pensare.. e che vorrebbe una tinta più colorata più gioiosa dentro sè.. una visione meno difficile di tutto.. una visione che ho sin dall’infanzia.. chè amavo sì ballare e giocare.. ma al contempo ero già malinconica.. e la Vita un ostacolo da superare..

smilingdog

 

Annunci

Sogni e speranze..

Mi sveglio verso le 7.45 dormo ancora un po’.. io e Timbuctu restiamo abbracciatissimi in questo mattino di freddo e di gelo.. è proprio Inverno ormai.. penso fra me e me.. poi mi alzo ed è ancora quasi buio..vado in cucina e preparo il mio caffè buono e dolce.. con del latte fresco.. chè mi piace.. Timbuctu saltella un po’ per casa, poi si acciambella nella sua seggiola e continua a dormicchiare.. sospiro.. è domenica mattina.. tutto il giorno davanti a me.. sono, devo dirlo, riposata. I sogni della notte belli e luminosi mi hanno fatto compagnia per tutta la notte.. ho dormito tanto.. e l’umore non è poi così malvagio.. guardo le notizie su facebook niente di chè.. leggo qualcosa.. l’oroscopo e via.. mi fumo una sigaretta dalla finestra.. i colori del Cielo a tratti sono azzurro chiari ed a tratti le nuvole sono grandi e bianche.. ieri ha grandinato.. ed oggi ha piovuto acqua freddissima.. io me ne sto qui al caldo della mia casa.. protetta.. sospiro.. mi accendo una sigaretta.. mentre scrivo.. una sigaretta che sa di grigio e di fumo… e di pensieri silenziosi.. come silenzioso è tutto intorno a me.. tranne le onde del mare e le automobili che scivolano sulla strada sotto casa.. mi giro alla mia destra, i fiorellini rosa fucsia al loro posto.. soffro un po’ di solitudine.. sì.. ma ogni volta ce n’è una.. penso fra me e me.. ogni volta ce n’è una.. mai che io sia contenta appieno tranne quando mi coccolo al mattino presto con il mio gattino allora quei momenti sono magici davvero e pieni di Amore.. mi rilasso.. il mio gattino è così buono da non temere nulla in quei momenti e mi consolo.. mi consola il suo Amore e calore.. oggi però non soffro chè è domenica.. come spesso accade.. o è accaduto in vita mia.. la domenica un giorno come un altro.. è diventato.. non sento la pesantezza di questo giorno di festa.. non più.. il Cielo è illuminato di un azzurro senza sole ma illuminato..

prendo una pausa.. penso un pochino..

ho poco da dire e poche parole.. quasi le parole le ho terminate.. e gli argomenti pure.. ma i giorni continuano ad esserci.. a trascorrere.. le mie dita volano sopra la tastiera e vorrebbero giocare ancora.. come me.. chè non mi adeguo ai ritmi della Vita.. dell’Esistenza e della mia età.. e delle sue stagioni.. ieri ho sentito la voce di mia sorella che mi ha chiamato.. amorevole.. mi ha dato serenità e gioia.. ci sentiamo poco ma ogni volta che la sento è Amore nel cuore. Ci siamo sempre volute molto bene.. mi ha chiesto amorevolmente: “Come stai Vanna?” dal cuore.. questo calore mi ha dato la voglia di dormire serena.. più amata… e meno sbagliata del solito.. io chè mia sorella l’adoro.. da sempre..

Basta poco a farmi rimettere di umore buono e farmi sentire meglio.. una telefonata che non ti aspetti.. paroline carine e sincere.. poco.. davvero.. ed io risalgo in sella.. e mi avvicino al cuscino appagata.. e mi sento meno sbagliata ed anche amata.. un bel sentire.. chè mi capita rare volte.. ma non demordo e spero ancora di essere amata così con questo calore e amore.. ne ho bisogno come tutti.. ne abbiamo necessità.. di calore e amore..

E l’amore non si può forzare.. io non ci riesco o si prova o non si prova.. ci si può migliorare nella Vita si prova ad essere più dolci e meno arrabbiati, più mansueti.. e più comprensivi.. con l’ausilio dell’Amore si può diventare più comprensivi, le parole brutte quelle bisognerebbe dimenticarsele.. la rabbia mandarla via.. provarci.. allenarsi ad non arrabbiarsi più.. ma l’Amore è così raro provarne e riceverne che è una perla che ogni volta lo riconosci.. ha un sapore speciale.. un colore speciale che rincuora e ti fa sembrare la Vita meno dura o comunque ti dà la forza per affrontare tutto.. oh l’amore che preziosità che è.. tanto che ieri sera mi sono addormentata così serena.. e fatto sogni bellissimi.. bellissimi..

Mi sveglio questa mattina con una buona energia.. e forza.. il caffè è ottimo.. e me lo gusto.. senza problemi guardo l’oggi.. e vivo il presente gustandomelo.. gustandomi la presenza di me stessa.. i miei gesti.. i miei pensieri e sentimenti.. il mio modo di essere e di amare..

Essere buoni cristiani è proprio difficile.. sempre ci penso a questo.. “Ama il tuo nemico” io che non riesco neppure ad individuarlo.. amare.. “Porgi l’altra guancia”.. perdonare.. “Ama il prossimo tuo come te stesso” però ci ho sempre provato con insistenza e l’ho sempre fatto.. questo sì.. non mi è mai riuscito difficile.. in questo essere cristiana sono però molto severa con me stessa.. trovo in me tantissime lacune.. come se avessi perduto la retta via.. i buoni insegnamenti che ho avuto da bambina.. e così sono severa.. e molto.. La speranza però non se ne va.. di un giorno buono.. di un giorno nel quale ti vengono riconosciuti i tuoi sforzi.. di abbellire un mondo così difficile.. di aver regalato sorrisi.. e parole buone a chi era o a chi è in difficoltà.. essere cristiani buoni cristiani non è facile affatto.. se preso con coscienza e serietà.. il mio criterio di giudizio a volte è troppo severo con gli altri e con me stessa.. Perdonare.. il  nucleo centrale del Cristianesimo.. il Perdono.. oh! che difficoltà.. e quanto vorrei di nuovo essere una bambina per tornare a studiare la Catechesi.. avere un buon punto di riferimento per una condotta di vita buona.. un punto di riferimento.. chè alla mia età è dentro di me.. gli insegnamenti che ho avuto sono dentro di me.. e non resta che applicarli ancora ed ancora con umiltà e sforzo.. già.. Non è facile.. Ma la speranza è ancora viva nel mio cuore di non essere così sbagliata e di essermi perduta nella vacuità di questo mondo.. Gesù è venuto per salvarci e per riportarci a casa ed un giorno sereno e di vera gioia lo attendo anch’io.. La speranza non muore..

Io parlo con il cuore in mano ma tendo a sbagliare spesso.. e forse troppo.. penso fra me e me.. come vorrei tornare bambina.. oh! con quella mia ingenuità che mi caratterizzava e con quella voglia di sognare ad occhi aperti.. con quella voglia di impegnarmi in tutto.. in tutto! E come ero responsabile da bambina.. oh! quando ci penso le voglio un gran bene a quella bimba chè sognava così tanto.. ed ascoltava le sue mille bolle blù danzando con la mente e volando sopra le note e fra le nuvole e la Vita si fermava ed il disco girava e girava.. facendomi sognare a colori in una vita fantastica! Oh! come ripenso alla mia infanzia quando niente era sbagliato.. quando tutto era ancora da fare e non mi ero ancora perduta nei meandri di sentieri sconosciuti.. ostili e difficili.. e se ci penso bene la mia ingenuità a volte riaffiora.. raramente.. ed il sogno è una rarità.. ma la speranza un giorno che io ritorni bambina c’è ancora..

smilingdog

Un giorno sereno..

“Ci sono giorni che non dormo e penso a te.. una canzone di tanto tempo fa ma che è dentro di me e che ancora mi piace.. il mattino di oggi ha i colori bluastri di un azzurro pastello chiaro.. le nuvole fra foschia e freddo.. il Cielo è chiaro però.. un caffè per cominciare la giornata.. sto bene mentre lo bevo.. e Timbuctu è già vicino a me.. ora sta sul terrazzino a prendere arietta buona.. Io ho dormito moltissimo.. sono riposata.. scrivo più lentamente sulla tastiera.. mentre fumo la mia sigaretta.. me la prendo comoda.. del resto è Sabato e vorrei rimanere il più possibile rilassata.. coperta di un paile caldo e morbido mi metto a scrivere qui.. senza pensare troppo e lasciar fluire le parole.. come l’acqua.. possibilmente fresca e bella.. come in una gita.. piacevole.. lo scrivere deve essere piacevole per chi scrive e per chi legge.. tutto intorno silenzio.. solo le onde del mare mi stanno facendo compagnia ed il silenzio del mio gattino che ogni tanto con la sua vocina delicata e dolce miagola fra sè e sè.. un treno sta transitando.. i miei fiori abbelliscono la casa.. Sono sì di un umore che mi piace.. il mattino pigro è cominciato verso le 8.45 dopo un sonno ricco di sogni.. sogno sempre se ci penso.. sogno sempre ed a colori.. la mia mente non si ferma mai.. neppure la notte..

Ieri pomeriggio sono stata dal mio psicoterapeuta siamo usciti al bar e ci siamo bevuti un caffè insieme e fumato un paio di sigarette all’aperto.. pioveva.. ed abbiamo parlato di tante cose.. piacevolmente.. mi fa proprio bene e piacere parlare con lui, così giovane, aperto ed intelligente.. come se avessi proprio un gran bisogno di ossigeno mentale.. di confrontarmi apertamente senza paura di essere giudicata, e lui mi fa sentire proprio così.. come due cari amici, mi sento meglio.. pioveva ieri e molto.. Poi, dopo, un caffè insieme ad Hermano.. una brioche calda alla marmellata ha riportato i miei zuccheri al loro posto.. la visita gradita di una mia amica verso le 17 del pomeriggio e poi il giorno è trascorso.. è arrivata la sera.. niente di chè.. niente di eccezionale.. ma per me sì.. io che io ho ritrovato un po’ delle mie energie fisiche e mentali.. io chè ritrovo la mia mente.. il mio raziocinio dopo tanto tempo.. insomma sono in forma di nuovo.. la cosa non puo’ che rendermi gioiosa.. accendo ora una sigaretta.. e respiro..

Dovrei pensare di meno mentre scrivo.. le parole sarebbero sicuramente più fluide.. ci provo.. lascio fare alle mie dita.. al mio cuore, provo a far parlare il mio cuore.. chissà dove si nasconde? mi sa tanto che ancora sta dormendo.. è Sabato mattina.. tutto silenzio intorno a me.. il mare ondeggia solitario anch’esso.. il suo colore è azzurro carta da zucchero.. niente sole.. nemmeno un suo raggio colora la stanza.. la mia voce parla sottovoce dettandomi le parole.. ci sono giorni che guardo la mia Vita da altre prospettive e ricordo amici lontani con i quali ho condiviso momenti belli, indimenticabili.. di giorni insieme.. come fratelli ci volevamo bene.. poi la Vita, si sa, ognuno prende la propria strada.. il proprio cammino ma ogni tanto ci si sente e l’amore che si prova è lo stesso, il medesimo e i ricordi sono più belli, più dolci da rivivere e si ride ancora insieme.. ho avuto una bella giovinezza.. dipende sempre da come le vedi le cose.. ma ho riso tanto in vita mia.. con allegria e divertimento.. e gioia.. anche nel conoscere nuove persone.. con la loro simpatia ed umore allegro.. Periodi che vanno e se ne vanno.. ma un sorriso è dentro di me.. ed il mio cuore si sta svegliando.. non vorrei però vivere solo di ricordi.. che sono comunque bellissimi.. ho ancora fame di Vita e voglia di vivere.. di conoscere persone nuove.. la Vita.. afferrarla e viverla spontaneamente e con Amore.. ed Amicizia, una parola impegnativa ed importante.. La Vita stessa è molto impegnativa e delle volte sono stata troppo leggera ed a volte forse superficiale nel corso del mio viaggio.. ma forse no.. se ci penso bene.. nessuno forse è perfetto.. e non posso solo pensare ad i miei difetti che sono tanti.. devo darmi chance.. alcuni miei amici li ho ancora e di nuovi arriveranno questo il mio auspicio per l’anno che verrà..

Oggi preparerò tortellini in brodo e con la panna.. per me ed Hermano.. un po’ natalizio come pasto.. ma ci fa caldo nel cuore e nella pancia..

Durante questo mio periodo di convalescenza cucinare mi ha aiutato tantissimo.. mi sono dovuta impegnare per cucinare bene.. dandomi piccole ma belle soddisfazioni.. la semplicità è buon senso.. mi sono aiutata anche continuando a scrivere chè facevo sforzi incredibili senza soddisfazione ma ho continuato a scrivere affinché tutto tornasse alla normalità.. in cerca della mia mente.. così tanto provata..

Ora sono molto più serena..

Saturno contro è stato davvero molto severo anche con me.. moltissimo.. quasi senza pietà..

Gli astri li seguo da tantissimi anni.. e ci credo..

Sotto il mio albero di Natale ci sono regalini per la mia famiglia.. tutti colorati..

Mi fa sempre un gran piacere fare regalini.. pensierini.. in genere.. non solo a Natale.. mi piace proprio far regali.. mi diverte.. mi piace..

Di regali io ne ho ricevuti pochi ultimamente.. ma non importa.. mi piace più regalarli che riceverne..

Accendo un’altra sigaretta..

mi fermo un momento una pausa.. e penso..

Certo penso a chi mi manca.. anch’io.. ma la Vita è un flusso.. si va.. si viene.. me ne sono fatta una ragione.. non ci soffro più tantissimo.. la nostalgia non fa più parte della mia Vita.. non ci soffro quasi più.. solo un dolce ricordo di quello che ho potuto condividere di bello con chi ho avuto la fortuna di avere vicino.. non ci soffro più..

Come se anch’io in qualche modo fossi cresciuta.. e forse sono più forte di quanto io creda..

Sospiro.. le onde del mare sono più vicine a me oggi..

Oggi sono più buona con me stessa..

Senza fretta e senza nessun ansia affronterò la giornata..

Come una comune mortale.. senza sentirmi né speciale né niente.. una persona che preparerà un buon pranzetto.. e tutto il resto mah.. si vedrà..

smilingdog

 

 

 

Il Natale alle porte..

Ecco la musica è finita.. canta Franco Califano la sua bellissima canzone ed io apro il mio blog.. in una mattina di Autunno quasi Inverno.. il mattino ha i colori bianchi del freddo.. il Cielo sembra innevato con le sue nuvole bianche bianche.. così io mi copro e me ne sto in casa insieme ai miei fiorellini ancora sbocciati e con l’amore del mio gattino Timbuctu.. infilo gli occhialini sopra il naso e comincio a scrivere.. senza pensare troppo e lasciando le parole scivolare sul foglio.. sospiro già.. una giornata intera davanti a me.. mi sveglio allegra questa mattina ed anche tardi rispetto alla mia tabella di marcia.. guardo l’orologio e stupita vedo che sono le 8.42 dopo un sonno bellissimo, profondo e pieno di sogni allegri e colorati.. mi alzo.. Timbuctu mi segue contento.. sono sì di buon umore.. so che non durerà questo buon umore e così me lo gusto anche di più.. sono proprio io.. oggi senza troppi pensieri pesanti.. anzi leggera cammino verso la cucina e mi preparo il caffè… me lo gusto.. con un po’ di marmellata dentro chè lo rende un po’ più dolce accompagnato dalla mia sigaretta che fumo in santa pace.. insieme ai miei pensieri più felici.. riguardanti la vita stessa.. i miei ricordi più addolciti.. tutto dipende da come vedi le cose e da quanto in realtà ti ami e ti guardi con più carineria e dolcezza.. così ripenso ai trascorsi Natali.. ma quelli remoti.. quando eravamo tutti insieme in Famiglia.. e c’erano i colori rossi del Natale insieme ai fiocchi dorati lucidi lucidi fiammanti.. e le luci dell’albero erano diverse.. più calde.. e luminose.. io sognavo sempre l’arrivo di Babbo Natale.. ci credevo più di ogni altra cosa.. e sognavo con trepida attesa ricordo la Vigilia il suo arrivo.. e l’arrivo di Gesù Bambino… la sua Nascita.. oh! come l’aspettavo.. con quale magica speranza e gioia.. puntualmente i miei genitori a mezzanotte mi svegliavano con tanta dolcezza e premurosità ed io felice mi alzavo.. e con stupore e gioia nel mio cuore vedevo lì i miei balocchi.. sotto l’albero, i miei regalini.. li scartavo con gioia infinita ed i miei genitori erano felici della mia felicità.. oh! il magico Natale è proprio dei bambini.. che hanno il gran dono di fare grandissimi sogni e crederci.. moltissimo.. così scartavo i bei doni venuti dal Cielo ed ero felicissima.. sì.. il caldo del Natale l’ho vissuto con i sogni negli occhi.. e con una felicità che la Vita non mi ha tolto ma trasformato in bellissimi ricordi..

Ho ancora fotografie di quando ero una bambina.. durante il Natale con l’alberello e le sue palle magiche dorate e colorate.. io e mia sorella ed il mio cagnolino di allora tutti e tre in posa.. una foto alla quale ci tengo moltissimo.. era un periodo felice della mia vita..

Così ripercorro oggi quei giorni lontani.. quel periodo di vacanze felici.. in casa.. a giocare ed aspettare l’arrivo di Gesù Bambino.. e festeggiare insieme a Lui..

Ricordo mia madre e mio padre insieme che si amavano tantissimo.. il loro è stato un grande amore.. sì.. ed io l’ho vissuto come tale.. e così nella mia vita ho sognato un amore altrettanto forte.. chè nella mia vita ho avuto difficoltà a trovare.. per me erano la coppia più bella del mondo.. un loro abbraccio e bacio era per me la poesia.. la mia felicità.. sì sono nata dall’amore.. da un amore giovane sì.. i miei quando si sono sposati erano giovani.. e si volevano molto bene.. hanno combattuto contro le avversità della Vita.. non è facile per nessuno.. ed io bambina attenta (anche molto distratta!) ma attenta ai particolari del loro amore.. vivevo con loro le loro vicissitudini.. quasi.. le loro speranze il loro amore ed i loro sogni.. li facevo anche miei.. mi hanno sempre fatto partecipare al loro amore.. e mio padre è di una generosità che non ho mai trovato fuori.. nel mondo che poi non mi è quasi mai piaciuto.. mio padre è sempre stato un uomo generoso e appena poteva ci faceva tantissimi regalini e regali.. comprese automobili ed altre cose..  Il loro amore bisogna che me ne rammenti di più.. più spesso.. erano la colonna portante del mio essere.. e la poesia l’ho vista soltanto con loro.. poi mai più..

Non ho avuto una infanzia difficile.. no.. la mia vita è stata durissima e difficile dopo che mia madre è andata via.. in Cielo giovanissima.. facendoci soffrire tutti da impazzire moltissimo.. lei era una donna comunque forte.. e coraggiosa e dignitosa in tutto.. anche nella sofferenza.. nella sua malattia.. aveva coraggio da vendere.. ed era una donna bellissima.. amava moltissimo mio padre.. e mio padre amava lei ugualmente.. una splendida coppia hanno visto i miei occhi bambini.. un amore vero e passionale sì.. anche passionale.. i loro bei baci quando si salutavano e mio padre usciva per andare a lavorare non li dimentico.. erano poesia e amore allo stato puro ai miei occhi.. io non ho trovato un amore così.. e mi dispiace.. io cercavo come tutti l’amore vero.. e forse l’ho idealizzato l’Amore troppo e non mi accontentavo mai. Trovavo sempre difetti sempre lacune e scarsi uomini generosi.. davvero.. e forse sono ancora innamorata di mio padre e di mia madre… sono rimasta bambina alla mia età.. non va bene.. mi sa..

E così se ci penso solo un po’ credo nel profondo di me credo ancora alla magia del Natale ed ai suoi bei Doni.. spero sempre che ci sia qualcosa di magico che mi venga a trovare dal Cielo.. una Nube celeste fatta di bei doni.. da rendermi felice.. la sola attesa è già gioia.. nel mio profondo.. in questo non sono cinica.. credo al Natale che è la gioia dei bambini.. dei loro sogni più belli.. più puri e magici.. quando scartano i regali.. e soprattutto la notte di quando attendono.. nel magico silenzio l’arrivo di Gesù Bambino.. oh! stupore e meraviglia..

Forse anche questo è un post retorico.. non lo so.. so che sono stata sincera.. con me stessa.. rievocando antichi ricordi dentro di me.. ed anche questo periodo mi piace.. ora che lo vivo con Timbuctu ed Hermano.. preparerò tortellini in brodo.. come consuetudine.. patate arrosto chè sono buone e golose.. una carbonara golosissima.. insomma riempirò Hermano di buon cibo goloso.. il Natale è mangiare bene.. e poter essere un po’ più buoni con gli altri.. con chi ti sei dimenticato.. ricordo mio nonno Cesare il giorno di Natale si ricordava di tutti i bambini più poveri e faceva loro regalini.. mio nonno mi racconta mio padre era davvero un uomo buono.. eh sì! Io sono del Novecento.. sono per i ricordi.. e sono nell’età dei ricordi.. ed il Natale è un momento per essere davvero più buoni.. meno chiusi verso gli altri verso il mondo.. io che del mondo ormai ho paura.. più aperti.. e poter dare una mano se possibile ognuno come può.. Io regalerò ad Hermano i miei tortellini… e non è poco! Sorrido.. già cucinare mi piace e ad Hermano piace mangiare bene.. il giorno di Natale lo trascorrerò però in famiglia con mio padre e mia sorella e le mie nipotine.. mangeremo davvero bene perché mia sorella cucina divinamente.. è davvero bravissima.. ecco i miei programmi per Natale..

Intanto questi giorni li vivo già pregustandomi le Feste.. come una ragazzina.. il calore ed i colori del Natale li immagino.. sono dentro di me.. rossi e d’oro.. sì fantasticare nel caldo della casa.. immergersi dentro di sé.. una fotografia a ricordarmi di me e delle mie gioie.. è già gioia.. non è un triste pensiero.. no.. ed io ci credo ancora che Babbo Natale esista davvero per tutti.. la magia buona esiste.. e chissà sotto l’albero quest’anno cosa potrò trovare? la speranza di un giorno migliore.. di una Vita più facile.. di un Amore così bello da farti vedere tutto più rosa.. una nuova amicizia.. la serenità di giorni nuovi..  il passato che si trasforma e tu ti senti meglio.. un raggio di sole che illumini un po’ tutti e questo mondo così difficile dove siamo.. migliori per tutti..

smilingdog

“So che capirai..

Giornata tipica invernale.. guardo il Cielo con il mio solito sorriso rivolto a lui.. un Cielo grigio ed azzurro.. tutto buio in casa, ed accendo le luci.. la casa ha il sapore del mare in inverno.. io e Timbuctu ci alziamo dopo una notte chè sembrava non finire davvero mai.. sogni neppure troppo belli.. così mi sveglio e risollevata mi alzo verso le 8.15… preparo il mio caffè… è lunedì.. io il lunedì sono spesso contenta.. mi piace la Vita ed i suoi ritmi anche se io sono fuori da certi tipici ritmi di un lunedì magari lavorativo..  non lavoro da anni.. ma sto in casa.. qualche saluto piacevole su facebook mi rimettono in armonia con me stessa e con la mia Vita.. un allegria i saluti con i miei amici carissimi di una Vita intera.. eh sì.. ho amici sparsi qua e là un po’ dappertutto.. anche se vivo una vita solitaria ho amici con i quali condivido ancora momenti belli.. per i momenti vissuti insieme di risate e di allegria.. insomma.. la mattina comincia bene anche se Paolo Fox ha già messo le mani avanti per il mio 2018! Cavoli Paolo! Me la prendo subito con lui e non con me ed i miei ardui Pianeti! Mah! sospiro e vado avanti.. leggo Branko! Non siate retorici parlate il meno possibile.. ah! Ma allora non scrivo neppure oggi il mio post! Il mio blog chè sto rovinando con i miei ultimi post davvero chè non mi piacciono.. hanno perso la loro freschezza, il loro ritmo, la loro leggerezza.. ma io poi cambio idea.. e mi metto sopra la tastiera.. non demordo.. oh! Come sono testarda come dice sempre mio padre.. di una testardaggine sei Vanna! Io non demordo almeno qui.. su smilingdog lo vorrei mantenere in vita.. e spero di riprendere a scrivere meglio.. chissà? boh!! vedremo.. Intanto sono qui.. le folate di vento si sentono anche da casa.. il mare e le sue onde sbattono sugli scogli ed i colori del Porto della mia Città oggi sono più vicini a me.. un grigio azzurro che sa di sale marino.. di onde grandi.. di un mare scuro.. sono ora le 09.46… a me il Natale non fa venire la malinconia.. no.. Sento la sua magia dentro i miei ricordi di bimba.. se tutto va bene lo trascorrerò a casa insieme al mio gattino ed Hermano.. non lascio il mio gattino da solo a Natale.. no.. lui che è il mio compagno di Vita.. che mi regala la sua voglia di vivere e la sua allegria.. no.. così la magia del Natale la vivo insieme a lui che in realtà è un bambino.. il mio bambino..

Accendo la mia sigaretta compagna di Vita.. prendo una piccola pausa.. provo a pensare un pochino.. mi concedo un momento di piccola riflessione se ancora ne sono capace.. perché ho seri dubbi anche su questo ormai.. non è facile..

Fumo.. e penso..

Oscillo fra bilanci di una vita.. ed ottimismo.. un ottimismo che pur non mi appartiene da mai.. ricordo ero pessimista anche da bambina ed avevo sempre bisogno di stimoli esterni per recuperare un po’ di fiducia nei riguardi della Vita stessa.. ma sono sempre stata anche allegra.. un connubio particolare.. molto allegra e pronta a sorridere e ridere di gusto.. pronta alla risata alla battuta.. insomma.. non ci sto capendo niente.. e forse non c’è niente da capire.. a lasciarsi andare alla Vita stessa e vivere ogni giorno.. con ritmi che magari coincidano con i tuoi possibilmente volendoti bene.. rispettando la tua persona ed i tuoi dolori senza preoccuparti troppo di quello che gli altri abbiano mai pensato su di te.. no.. questo è un mio difetto che mi porto dietro dall’adolescenza.. e così la mia timidezza patologica.. che sfocia poi in allegria sfrenata.. insomma.. potrei fare la mia psichiatra!! Eh mi viene da sorridere.. già.. Oggi vorrei essere propositiva.. di buon umore.. insomma lieve nelle mie parole e pensieri.. il lunedì lo amo perché assomiglia un po’ alle novità ed io essendo del segno dei Gemelli amo ancora adesso le novità! Eh come le amo! Ed il lunedì ha questo sapore.. per me..

Oggi ho sentito un paio di miei amici di Reparto! Stanno bene in questo periodo come me.. e ci vogliamo un gran bene.. vivendo quasi le stesse medesime esperienze.. ci capiamo così bene..e ci si vuole un bene profondo.. Mi sembrano tutte persone estremamente sensibili e ferite e come bambini nella folla cercano di andare avanti nella Vita affrontando difficoltà enormi e pure indifesi… e poco amati.. Noi fra di noi c’è una sorta di grande familiarità ed Amicizia con la A maiuscola e mai ci feriremmo fra di  noi.. né con gesti poco appropriati né con le parole.. ci vogliamo bene davvero.. come bambini all’asilo.. sì bambini..  indifesi..

Io combatto questa causa nostra da sempre da quando sono una ragazza così giovane da non essere più spensierata.. combatto l’emarginazione.. combatto il pregiudizio.. combatto l’isolamento.. e mi reputo una guerriera in questo campo.. una guerriera che hanno cercato anche di zittire.. Una voce fuori dal coro metà folle e metà razionalissima che cerca di difendere persone che nella storia dei tempi ed ancora oggi soffrono moltissimo e vengono stigmatizzate.. da una società che non li merita.. che non merita il loro dolore e le loro bellezze.. conosco persone così sensibili chè soffrono di emarginazione.. e di un dolore che nessuno.. nessuno può solo intuire.. e rari sono i medici che vi si appassionano e si avvicinano con vero Amore per l’essere umano.. e quando ne trovi uno noi tutti ne siamo così riconoscenti per tutta la Vita.. non conta quanto sia bravo ma quanto sia amorevole nei nostri confronti.. noi che conosciamo le contenzioni.. le catene delle nostre braccia e gambe da non riuscire neppure più a camminare.. insomma.. bisogna esserci portati per aiutarci tutti.. e lo so.. non è facile amarci.. perché siamo ingovernabili.. davvero.. ingovernabili..

Io ho avuto la fortuna in questo grandissimo disagio.. di trovare medici che mi hanno molto amato in questo contesto.. Medici giovani che si sono prodigati per farmi uscire da questo loop.. parlando con me.. lasciandomi più spazio possibile.. non posso troppo lamentarmi.. E questa mia doppia vita che s’interseca e diventa una Vita stessa una intera vita io la devo amare per salvarmi.. non posso denigrarla e diventare come gli altri.. non posso pensare di me malamente.. non posso me ne devo ricordare, non posso farmi influenzare da pensieri rigidi severi austeri e stupidi davvero stupidi dogmatizzati.. e di fare tutta un erba un fascio.. devo ricordarmi che la mia è una patologia ed amarla.. come una peculiarità.. come io amo i miei Amici dalla stessa sorte.. Ecco.. la mia qualità di vita se solo me lo ricordo.. e me ne devo rammentare più spesso.. come una missione che ho avuto.. di difendere questo mio gruppo di persone e me stessa.. e di amare un po’ di più lo stare insieme ai miei Amici.. con i quali ho condiviso talmente tanti Natali in gioia da sentirne la mancanza quest’anno..

Ma quest’anno lo vorrei trascorrere con Timbuctu che se lo merita.. anche lui si merita un po’ di allegria.. un po’ di Vita insieme a me.. lui che mi chiama “Mamma”!

E così anche oggi ho scritto e trovato le mie forze, le mie parole, in fondo la Vita è un percorso, io l’ho intrapreso che avevo 13 anni.. quando ho perso la mia spensieratezza.. quando mia madre si è ammalata e non ne conosco la causa.. l’ho preso con me questo suo dolore sconosciuto.. l’ho fatto mio in tutto e per tutto.. e non credo sia per mancanza di personalità o di disturbo di personalità.. si è trattato di Amore nel profondo e di un senso di giustizia e di rabbia al contempo.. un senso di Amore chè nel tempo mi ha sì debilitato tantissimo.. nel frattempo mi hanno dato anche medicine assai sbagliate per il mio cervello e le sue paure fobiche.. chè sto cercando con me stessa di uscirne fuori da questi errori gravissimi commessi da medici non preparati e che stanno in posizioni importanti che dovrebbero aiutare il malato ed invece lo affossano.. con medicinali  non adeguati.. la situazione è gravissima.. e la sensibilizzazione non è mai abbastanza..

Lo so, forse è difficile guarire, lo so.. ma migliorare la qualità della Vita forse è ancora possibile ed io spero nel futuro non più per me, anche se ora dico una bugia, ma anche per gli altri.. per chi non ce la fa.. insomma bisogna continuare a combattere ed esser presenti.. sensibilizzare tutti.. “Gli ultimi saranno i primi” .. noi facciamo parte degli Ultimi mi sa tanto.. Ed a volte troppo spesso purtroppo perdiamo anche l’ultima speranza… Bisogna essere forti e solidali anche fra di noi.. il chè non è molto facile anche questo è vero.. la fratellanza è difficile da esprimere in gesti veri.. la fratellanza che ci accomuna tutti sembra a volte essersi dissolta.. così bisogna ricordarsi delle proprie lotte per le quali siamo nati.. le nostre qualità chè a volte più nessuno ci ricorda.. Il calore rafforza gli animi.. il Natale lo voglio dedicare ai miei Amici che stanno lì dentro.. ancora.. e auguro loro di trovare soprattutto l’Amore che per noi è così difficile trovare ed essere amati per quello che siamo.. di trovare Amici veri.. che con gli Amici ci si ammala un po’ di meno..

smilingdog

 

Chè l’amarezza non l’abbia vinta..

Eccomi qui.. a tippettare anche oggi.. è Sabato.. e sono di buon umore.. un paio di caffè.. una sigaretta al vento.. di oggi chè è forte e freddo e sbatte contro le piantine del giardino del mio vicino di casa.. tanto da farmi mettere al riparo le mie piantine, oggi sono in casa.. il mare è grande e sbatte contro gli scogli forte anch’esso.. una giornata di pioggia e vento freddi.. l’aria natalizia è ormai arrivata anche qui da me.. anche se vivo solitaria.. il panettone al cioccolato ed i torroncini non mancano insieme all’albero di Natale.. mi sveglio già bene, di buon umore.. ho dormito bene e riposata.. io e Timbuctu ci salutiamo e lui mi fa le sue fusotta, stiamo proprio bene insieme ed il mattino comincia così.. Sono piena di energie, sembra quasi che nessun problema ci sia nella mia vita, scomparsi del tutto.. mah.. come un sospiro di sollievo.. forse penso stupidamente, ma neppure tanto, forse questo Saturno contro sta passando, sta andandosene via ed io ritroverò la forma di un tempo, senza sentirmi completamente sfinita.. e vinta.. Insomma una buona giornata è iniziata.. e poi il Sabato non so per quale magia, sono sempre di buon umore.. come se dovessi andare a ballare questa sera.. con gli amici.. mi viene da sorridere.. mi piacerebbe uscire anche oggi.. andare in qualche mercato a fare spesa.. magari con Hermano chè mi ci porta… a comprare qualche cosa buona da mangiare.. oppure fare regalini alle mie nipotine.. che nel frattempo sono cresciute.. e va bene.. prendo una pausa e mi accendo una sigaretta.. fumo.. io ed il mio gattino viviamo bene insieme.. vivere con lui è una delizia.. così delicato d’animo.. ed in tutte le sue movenze, proprio buono.. e bellissimo.. dolce.. ho sempre amato i gattini.. nella mia vita ho avuto occasione di amarne tre.. moltissimo.. me ne prendevo molta cura.. premurosamente.. li vedo così delicati ed indifesi.. sono stupendi.. come amo i cani e tutti gli animalini.. ricordo in un viaggio lontano nel tempo e lontano proprio, ho avuto occasione di conoscere i maialini nani.. bè di una simpatia rara.. di una carineria che non posso dimenticare.. nel genere umano è difficile trovare caratteri così dolci.. io che ne sono assetata di dolcezza, di gentilezza e di amore.. bè gli animalini di soddisfazioni me ne hanno date tante e prove di amore che non lesinano a dare.. ma anzi generosamente regalano emozioni rare e profonde.. mah.. l’amore per gli animali, per i cani soprattutto me lo ha trasmesso mio padre, sono cresciuta con tantissimi cani… ed ora Timbuctu con il suo tipico miagolìo una vocina unica, sta riempendo la casa ed il mio cuore di affetto vero.. senza nulla in cambio.. puro.. Questa mattina anche mi viene vicino appena sveglia con tutto il suo corpicino a darmi il suo dolce Buongiorno.. oh.. che meraviglia.. mi sveglio così serena.. e restiamo abbracciati tutti e due nel nostro super lettone Sultan, letto gigante e comodo.. Oggi la depressone fa sì capolino.. ma meno degli altri giorni.. combatto ma con l’ausilio dei miei I Ching e di me stessa, cerco di non forzare la mano.. di non porre resistenza.. ma il tutto condurlo con mitezza e con dolcezza.. di avere un occhio di riguardo verso me stessa.. con Amore e appunto dolcezza.. chè di dolcezze e di persone dolci sì certo che ho avuto modo di conoscerne.. ma non mi bastano mai.. anche questo è vero.. io forse sono una sognatrice.. ingenua.. a volte rimasta una bambina.. chè sogna ancora.. una vita intera di fronte a sé..

Mi viene da sorridere oggi veramente di me stessa.. bè meglio mi dico fra me e me.. meglio.. e imperterrita continuo a scrivere qui.. sul mio blog smilingdog cercando ogni volta di scrivere qualcosa di buono.. affinché io anche veda qualcosa di buono una luce nella mia vita.. mi è sempre piaciuto sentirmi utile.. agli esseri umani.. mi piace confortare, fare compagnia, consolare, e far magari non escluso, far ridere qualcuno.. che ne ha bisogno.. la risata è antistress.. una risata all’improvviso combatte per un po’ la tensione.. e mi piace consolare.. sarà che ho avuto una mamma che soffriva di depressione come me.. io ho preso da lei nel Dna.. e ricordo la consolavo spesso.. la facevo ridere e lei rideva di gusto.. Lei, ricordo, trascorreva i suoi pomeriggi spesso nel letto a sferruzzare e preparare nuovo maglioni di lana per tutti noi.. erano meravigliosi.. era molto intelligente mia madre, ed anche autoironica e simpatica.. io sono sempre stata una persona responsabile soprattutto nella prima fase della mia vita.. molto responsabile nei confronti di chi mi stava intorno.. come se a volte il genitore fossi io, mi sentivo così.. Mia madre comunque aveva la sua vita ed i suoi bei maglioni di lana, ricordo amava il  beige, l’azzurro carta da zucchero, era una donna elegante, non come me, lei ci teneva a tutta la sua persona, nonostante fosse bipolare da tanti anni, lei ci teneva ai suoi vestiti ed anche agli orecchini, e la mia famiglia era una famiglia ridanciana.. ridevamo con mio padre fra oscillazioni di litigi improvvisi ma anche di risate di un Amore fra di noi fortissimo.. eravamo belli.. con i nostri cani e la nostra libertà voluta amata e soprattutto amata come un valore inestimabile per il quale combattere sempre.. io poi sono scoppiata, non ci sono stata ai valori certamente degradanti di una società sbagliata, la mia è stata una sorta di ribellione ad una vita con scarsi valori.. con valori ipocriti ed ingiusti chè andavano contro i miei e la mia libertà chè scorreva nelle mie vene mi ha portato ad una solitudine che a volte amo ed è preziosa, a volte la subisco penosamente.. sì.. una sorta di ribellione al sistema… ti può portare via lontano lontanissimo e forse, se ci penso bene, non tutto è stato così sbagliato nella mia vita, c’è una sorta di coerenza, sicuramente.. una coerenza con i miei valori chè non coincidevano certo con quelli che (non)trovavo in giro.. fra la scuola, la Chiesa, e tutto il resto.. sì, mi sono fatta male anche da sola.. se si può dire.. sicuramente.. una forma di dire non voglio più starmene qui.. certo la bipolarità era già nel mio sangue.. ma io sono stata abituata, educata a ragionare per conto mio.. e quasi niente mi stava bene.. Ora è più difficile che mai.. ma vado avanti a giorni alterni.. e combatto come sempre ho fatto.. contro ogni sorta di ipocrisia.. anche se ormai mi sono ritirata dal mondo, non ho più rapporti stretti con nessuno.. sono sicuramente delusa da tante cose, dall’egoismo.. che forse appartiene pure a me.. non lo so davvero.. non lo so.. so che bisogna stare molto attenti affinché il cuore non s’inaridisca troppo e muoia prima del tempo.. e vedo troppa aridità ormai fuori, là fuori e forse anche dentro di me.. suppongo.. la vita ora come sempre mi si propone come una lotta da combattere.. eh già.. io ormai ci sono abituata.. così sognante ancora, come se il bello dovesse ancora arrivare per me.. come se avessi tutto il sole e la Luce per me.. per le mie lacrime versate in silenzio.. come se ci fosse un giorno un riscatto.. per una bambina chè sognava.. sono così ancora.. speranzosa nel cuore mio che il buon sentimento.. il buon cuore ci sia da qualche parte.. oggi ho sentito il calore di Timbuctu.. il suo pelo liscio e lucido da accarezzare.. oh! che meraviglia.. ecco.. vivo di momenti.. senza più i consigli preziosi di Vita di mia madre.. ma con me stessa.. oggi presente, chè ricorda se stessa appieno.. e che rivendica e mi viene proprio da sorridere, rivendica all’Esistenza stessa i suoi sogni, le sue utopie, di un giorno migliore.. di un giorno ancora di Amore..

smilingdog

 

 

Una guerra da combattere e vincere..

Un nuovo giorno di sole.. il terrazzino è illuminato e colorato e risplende di tutti i colori possibili.. il Cielo è illuminato anch’esso e limpido senza neppure una nuvola.. io mi sveglio insieme al mio gattino verso le 7.58, pigra.. mi alzo senza neppure la voglia di farlo.. vorrei starmene ancora nel letto a dormire e sognare ancora un po’.. del resto non ho niente da fare.. ed i pensieri sono già pesanti di primo mattino.. preparo il caffè.. almeno quello.. preparo il mio caffè.. sospirando fra un pensiero buio ed un altro.. i miei pensieri oggi non coincidono con il tempo bello che è là fuori.. Il mare è agitato.. mentre tutto è silenzioso intorno a me.. decido di non scrivere il post oggi.. no, Vanna sei troppo melanconica e triste per il tuo diario.. sono per le parole belle e lucenti, non per parole buie come i miei pensieri di oggi, sono per la luce non per il buio anche se il buio in questo periodo della mia Vita sto attraversando, io credo che bisogna essere propositivi sempre a qualsiasi età se non altro nei confronti degli altri.. di chi passa e legge anche casualmente.. non mi va di vomitare addosso agli altri innocenti le mie paranoie ed ossessioni.. non lo trovo giusto, bisogna essere propositivi, ed amanti della Vita, io con la Vita in questo periodo ci sto facendo a pugni davvero.. è una lotta continua.. e forse la non-Vita, l’assenza, l’abulimia la sta facendo da padrone, così apro il pc, vorrei ritrovare alcune forze tramite le mie parole ed i miei pensieri, magari nel sottoscala della mia memoria, combatto questa guerra, sì di guerra si tratta e come una partita a tennis chè sembra non finire mai stancante la voglio vincere.. non è facile, è come combattere contro i mulini a vento quando i pensieri ruminanti ti assalgono ed io provo a cercare, a trovare la mia grinta di un tempo, chissà che non riesca a vedere del buono, a vedere della Luce in tutto questo buio? Eh già.. le mie parole in genere mi aiutano sempre.. loro sono ottimiste rispetto a me… rispetto a me interiormente..ma meglio lasciar parlare loro, lasciarle parlare liberamente, tramite sillabe, virgole, parole, colori e tinte.. Oggi la giornata è splendida.. oh! come mi piacerebbe andare a fare una passeggiata in un parco della mia Città.. ma la timidezza, ed anche una sorta di vergogna di me stessa non me lo permettono, sono in casa e sono stanca anche di starmene sempre chiusa in casa, mi dà più anni di quelli che ho.. mi relego da sola in una prigione non sempre dorata.. una prigione chè a volte mi pesa tantissimo.. sì una bella passeggiata in un parco.. a respirare l’aria degli alberi.. loro fedeli amici di una vita.. con un libro magari da leggere e qualche uccellino qua e là a cinguettare.. ma non uscirò, la posizione della mia casa non me lo permette.. sono a piedi.. insomma.. non mi sta piacendo la qualità della mia Vita.. assolutamente no.. e neppure quello che sto scrivendo in questo periodo.. no.. Sospiro.. i colori di oggi assomigliano ad una Primavera invernale.. innevata.. Accendo la mia sigaretta.. e mi metto a pensare fra me e me.. non ricordavo la bellezza dello scrivere chè ti connette con te stessa.. e ti fa riflettere con la parte che più ti assomiglia.. la più tua.. nel profondo.. così penso mi fermo e rifletto.. senza darmi troppo addosso, in questo preciso momento, senza troppo giudicarmi severamente, io ferita ed avvilita e vinta dagli eventi della Vita.. già da subito, da subito, io che amavo una Vita comunque tranquilla.. fra le mura domestiche.. senza guerre e battaglie.. io nasco mite e “paccioccona”.. e per questa Vita e questo mondo ostile non va bene, trafitta delusa attaccata ed anche vinta.. ora me ne sto per conto mio.. senza sapere in effetti nulla della Vita stessa.. se non i dolori e le delusioni ed ingiustizie.. e brutture.. Sì vivere è difficile davvero.. per tutti.. è un momento che si crolla.. ma forse è una serie di momenti.. deglutisco.. con mia madre non avevo un rapporto eccezionale eravamo molto diverse eppure l’ho amata tantissimo.. già.. ma non sono qui per psicoanalizzarmi.. di psicoterapie ne ho fatte forse anche troppe.. e mi sto chiudendo sempre di più in me stessa.. chissà che la musica almeno lei non mi tradisca? non credo.. ricordo che sognavo sempre a colori ovviamente ogni volta che ascoltavo le note musicali che mi facevano sognare così felicemente.. la musica può aiutarti a sopravvivere? non lo so.. davvero più.. So che anche questo periodo davvero difficile passerà.. lo so..

Mi è dispiaciuto molto sapere che Johnny Hallyday è morto. L’ho sempre amato tantissimo era un grande della musica.. mi è dispiaciuto moltissimo davvero..

E così anche il post di oggi è concluso.. senza dire nulla di nuovo ma in cerca di forza per me stessa.. per riavvolgere il cervello chè nel frattempo si è riavvolto e questa è già un’ottima notizia, ora devo debellare la depressione, e scrivere qua mi ha già aiutato moltissimo.. come respirare una boccata di aria fresca.. sì un’arietta chè gira per casa anche oggi, ripulendola e profumandola tutta..

smilingdog