Racconti di una zia ‘moderna’

Tutta luce dentro e fuori di me. Sorridono le mie mani, il mio corpo, la mia mente soprattutto sorride. Mi preparo serenamente un paio di caffè con del latte fresco bianco, sembra appena munto dalle alte montagne.. sembra proprio buono e bianco così.. il sole sorride dalle finestre aperte e Tito appena sveglia, appena fumata la mia sigaretta mattutina appena sveglia, proprio come i suoi “predecessori” come li chiama amorevolmente, con tanto amore, Hermano, Lupo Alberto, ovvero il dolcissimo Lupo Albertino e poi il simpaticone e golosone e dormiglione Lupo Gigante-Pit-Bull,Wisky IV, i quali, come ora fa ugualmente il dolcissimo gattino tutto nero, Timbuctu, appena io apro gli occhi, la mattina, la prima cosa che faccio, cerco ad occhi chiusi ancora, la mia sigaretta, che si fa trovare lì puntuale al suo posto, accendo.. dormo.. mi chiedo come sempre dove sia Tito, come me lo chiedevo per Albertino ed anche per il mio caro Wisky IV.. dicevo, fumo ancora fra sonno e veglia.. e poi.. come all’improvviso, appena spenta la sigaretta, ecco il miagolio di Tito dolcissimo che ha atteso che terminassi di fumare e che aprissi in realtà gli occhi e la mente. E’ diventata una dolcissima abitudine.. in casa mia, meravigliosa.. dolcissima, Tito, come Albertino e Wisky IV, rispettano questo momento di risveglio.. ed io ho diminuito di fumare la mattina appena sveglia. Invece di due, ne fumo una. Ogni tanto si può si deve cambiare abitudine.. Apro gli occhi finalmente nello stesso istante che termino la sigaretta e nel frattempo penso a tante cose, fra le quali, fra le più urgenti ed importanti, dove sarà Tito? e nello stesso medesimo istante ecco il suo dolce miagolio apparire insieme ai suoi bellissimi e dolci occhi a guardarmi e salutarmi … miao ciao! Il suo buongiorno! E stava.. lì vicino al letto dall’altra parte, in un suo nuovo posticino, in un suo nuovo lettino.. piccolo e dolce come è lui.. Timbuctu.. Mi guardava con i suoi begli occhioni ma come se avesse fatto una marachella, ed invece era appena sveglio insieme a me e forse, anzi ne sono quasi certa, nello stesso istante.. ci siamo svegliati insieme. Poi ci alziamo sempre insieme.. lui saltellante.. mi supera in velocità.. si corre già..

L’ho già scritto, sono meteropatica, il sole il bel tempo, con le finestre spalancate, m’illuminano lo spirito ed ho già voglia di cantare ed ascoltare musica.. mentre in cucina preparo la mia mokina di caffè.

Sono senza cellulare questi giorni e non mi sembra vero! Davvero. Nessuno squillo. Nessun rumore particolarmente tecnologico fanno di me una persona serena ed anche pacifica. Non ce l’ho con il mondo, e soprattutto non vengo invasa dalle tecnologie e dai suoi rumori fastidiosissimi, e cosa fondamentale, non vengo oggi sopraffatta dalle mie solite paranoie, delle quali, questo lungo periodo, ne ho fatto il pieno, ne ho fatto incetta. Mi dico, giorno di riposo, Vanna! L’ho sempre sostenuto, e lo sostengo tutt’ora, il cellulare fa male al sistema nervoso ed alla qualità della vita, mai un momento di privacy e poi tutti quei rumori e squilli fastidiosi davvero! Il cellulare, lo smarphone e tutti i suoi simili sono insopportabili!

Vuoi mettere con il Silenzio?

Così oggi mi sento, mi concedo un giorno di beato riposo, mi rilasso e scrivo. Ovvio!

Mi accendo, è anche ora! l’amata sigaretta!

Penso e fumo..

Guardo la mia casa. Mi piace proprio e mi sembra completamente in ordine. La cosa mette ordine anche in me.

Mi sono custodita. Sono vestita come piace a me. Di un grigio vivace..

Fumo..

Mi giro verso la finestra che dà sul Cielo.. dove sono le mie piantine.. tutto sembra essere calmo.. silenzioso.. tranne le onde del mare che sbattono contro gli scogli.. una meraviglia.. per il mio sentire.. tutto silenzio intorno..

Mi giro dall’altra parte e noto il mio tavolo da lavoro è in ordine anch’esso.. tutto al suo posto.. mi sembra come se tutto fosse ritornato dov’era.. ripulito, con poca polvere e tanti libri.. letti molti.. e molti ancora tanti da leggere.. che bellezza!

, ho ancora l’Albero di Natale in un angolo appena si entra in casa, ancora addobbato, ma credo proprio che lo lascerò così, come nelle case nordiche europee, come la loro tradizione vuole, per tutto l’anno l’alberello addobbato, dicono sia di buon auspicio.. e mi piace.. In realtà non è poi così un segreto che sia innamorata della Finlandia e dei suoi ampi spazi e delle sue strade lunghe ed isolate e dei suoi gentili abitanti.. dei suoi mille e più laghi.. e soprattutto sono innamorata dei ricordi che ho dentro di me di quel viaggio, così particolare e romantico.. davvero.. fin su fino alla Lapponia! Che splendore e che bei ricordi! E quanto bel cibo.. ricordo, ora no!, ma allora mangiavo ancora carne e la loro carne con il purè era il mio cibo preferito.. una leccornia.. mah.. lasciamo perdere.. che la voglia di carne ogni tanto riaffiora.. ma son tanti anni che ne faccio veramente a meno e ne vado orgogliosa e mi sento più buona..

Meglio una pizza tutti i giorni.. una pizza con il pomodoro e la mozzarella.. meglio..

Io non sono vegana.. ci ho provato.. ti pareva? ma dopo una settimana vagavo per la casa come un fantasma senza corpo nè equilibrio.. ho optato per il vegetarianesimo..

Accendo un’altra sigaretta..

e.. penso..

Mi guardo attorno.. tutto mi sembra nel suo ordine.. in ordine.. e tutto mi sembra di una luce chiara bellissima, bianco azzurro del Cielo limpido ed anche rosa.. come il mio stato d’animo.. bianco.. forse..

Se dipendesse da me scriverei di continuo.. non chiedetemi perchè.. ma scriverei di continuo.. anche perchè in realtà a me piace parlare.. e forse parlare anche tanto! Sorrido! Certamente

Parlare di cavolate.. di cose anche non-sense.. di cose.. leggere con un po’ di ironia e a volte parlare anche di esperienze vissute magari anche quelle con bei ricordi inseriti.. qua e là come un bel piatto da servire.. ricordi come condimenti, ornamenti di una vita vissuta, chè a giorni mi sembra del tutto vana, e dei giorni ricchissima.. dipende.. dalla propria vita e dai giorni.. e la mia è stata anche così.. dei momenti di un buio con una sola lampada lieve lieve, e giorni di luce e risate splendide! Meravigliose!

Il mio buon umore dipende non solo da come ti svegli.. è chiaro, dipende non so da che cosa.. forse dal fatto che ho dormito bene.. ma anche e specialmente credo, dal fatto che ieri sera mi sono voluta rilassare ascoltando la mia amata musica e che ho condiviso con la mia nipotina che ha 19 anni e le ho fatto conoscere la “Mitica Musica ‘Anni ’80”! Le ho fatto ascoltare i Dire Straits che ho amato come tutta la mia generazione, sin dal loro primo, Album Tunnel of Love, ho ancora ricordi speciali e colorati! e lei, Stevie, gentilmente ha ascoltato e giustamente ha apprezzato! Be’ questa cosa di farmi conoscere, e soprattutto di far conoscere cose della mia vita che sono Pezzi di Storia vera per lei così giovane, mi ha inorgoglito e soprattutto mi ha reso felice.. renderla partecipe delle mie cose di vita..

Condividere.. che bellezza.. far conoscere i propri gusti e la propria storia.. che stupore e meraviglia.. che bello avere nipotini.. che bello essere una zia quasi moderna! E che bello avere nipoti gentili e ben disposti ed intelligenti!

Questo è il pezzo che ho fatto conoscere dei Dire Straits a mia nipote Bibi (forse ho voluto vincere facile! 🙂 !) Stevie Cheyenne, la quale, gentile e dolce come sempre non solo ha ascoltato.. ma giustamente.. obiettivamente come non avrebbe potuto non apprezzare?

Sultans of Swing – Dire Straits

Grazie Bibi! ❤

smilingdog

Annunci